Serie d

Lavagnese ko a Forte dei Marmi. Pareggio per Sestri e Ligornarisultati

Bianconeri che si fanno rimontare dai versiliesi e vedono la zona playoff più lontana. Corsari che giocano bene, ma vengono chiusi dalla prestazione super del portiere avversario

Ventesima giornata in Serie D per le squadre genovesi in un campionato che vede la Sanremese sola al comando con il Ponsacco che al momento pare rifiatare, mentre all’inseguimento c’è proprio il Real Forte Querceta una delle formazioni più in forma del torneo.

I versiliesi infatti battono anche la Lavagnese che non riesce a dare continuità ai propri risultati positivi e resta attardata di 4 lunghezze rispetto all’ultima posizione disponibile per i playoff. Al contrario il Real Forte incassa il 12° risultato utile di fila, continuando quindi una rincorsa alla vetta che lascia di stucco molti.

Versiliesi che iniziano bene la gara, tenendo il gioco in pugno e lasciando alla Lavagnese l’onere di difendersi con ordine. Primo colpo bianconero battuto solo al 26° con un tiro di Gnecchi ribattuto da un avversario. Poco dopo è l’ex sestrino Mobilio cercare la porta, ma la sua conclusione esce a lato. Partita che prosegue equilibrata fino al 40° quando dopo un fallo di Croci, mister Venuti pronuncia qualche parola di troppo nei confronti del direttore di gara e viene espulso.

Si va alla ripresa dopo un primo tempo sottotono di entrambe le compagini, ma è il Real Forte a tenere maggiormente l’iniziativa. Al 52° Ferretti non trova la porta. Poi la Lavagnese riesce a spezzare il cordone degli avversari e si riversa nella metà campo avversaria, pervenendo al vantaggio al 54° con un intervento di Placido su calcio d’angolo.

La reazione dei versiliesi tarda a concretizzarsi, e i bianconeri pensano di avere la gara in pugno, ma invece di chiuderla si fanno lentamente chiudere ed al 73° Vignali serve Borgobello che non sbaglia e pareggia. Liguri che a questo punto perdono sicurezze e all’81° Cauz impatta perfettamente la sfera e firma il sorpasso che regala alla squadra di casa l’11^ vittoria della stagione e lascia ai ragazzi di venuti l’amaro in bocca.

Buon pareggio tutto sommato per il Sestri Levante che impatta 1-1 contro il Ghivizzano Borgoamozzano una gara che nascondeva tante insidie a cominciare dalla necessità di fare punti dei toscani che arrivavano in Liguria forti di 3 risultati utili consecutivi. Certo, i tifosi Corsari si sono abituati bene in quel del “Sivori” diventato un vero talismano per il campionato dei rossoblù che in casa non hanno mai perso.

Primo tempo frizzante con i padroni di casa vicini al gol al 12° con Ianniello il cui tiro viene deviato dal portiere biancorosso Signorini. Non molte le occasioni, ma squadre che si affrontano su buoni ritmi e Ianniello ci riprova alla mezzora, ma ancora una volta l’estremo difensore toscano c’è e respinge. Al 43° ancora Sestri con De Vivo che incoccia il palo con un bel tiro dal limite. Alla prima occasione del Ghivizzano, però il Sestri va sotto. Punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore, batte Frati che la mette a fil di palo. Nulla da fare per Adornato che ci prova, ma non arriva sulla palla.

Si va alla ripresa e i Corsari rientrano con il coltello fra i denti andando presto a raggiungere gli avversari. Al 55° De Vivo recupera palla in fascia e dopo un’azione combattuta la palla arriva ad Orlando in mezzo che all’altezza del dischetto, la gira in porta.Non ci arriva stavolta Signorini 1-1 meritato.

La gara continua e il Sestri cerca di vincerla, ma di fronte si trova un Signorini davvero in grande spolvero. Al 63° Roumadi ci prova, il portiere para. Tocca poi ancora a Frati cercare il colpo gobbo, ma il suo colpo di testa viene bloccato da Adornato. L’occasione più nitida giunge all’80° quando Orlando ci prova su punizione, Signorini respinge poi Armato si avventa sulla palla, ma l’estremo difensore del Ghivizzano si prende definitivamente la palma di uomo partita deviando sul palo d’istinto. Finisce 1-1 con il Sestri che può recriminare qualcosa, ma d’altronde contro un Signorini in queste condizioni, tutto è più difficile.

Derby ligure per il Ligorna che torna da Albissola con un punto importante, in una gara fra due squadre vicine in classifica che stanno piacevolmente stupendo per una stagione più che soddisfacente per entrambe. Meglio i genovesi nella prima parte con il vantaggio che arriva dopo appena 8’. Chiarabini si fuma Boveri, e scaglia una bomba che non lascia scampo al portiere Caruso sul palo lontano. Biancoblù in controllo del gioco, ma poco incisivi negli ultimi venti metri. Ci provano ancora in un paio di chiare occasioni, ma la difesa ponentina si è chiusa bene.

Nella ripresa l’Albissola ritrova il bandolo della matassa anche se è ancora il Ligorna ad iniziare meglio con Zunino che vede sfumare la possibilità del raddoppio per un miracoloso salvataggio di Gargiulo sulla linea.  Al 56° quindi il pareggio: Corbelli serve Coccolo che calcia di prima intenzione, palla imprendibile per Fenderico e gara che torna in parità. A questo punto sono i locali a premere con maggiore insistenza, mentre il Ligorna subisce il contraccolpo psicologico e si chiude. Poco più tardi dell’ora di gioco si vede Oneto che spezza il possesso palla albissolese e da due passi ha la palla d’oro per rirportare avanti i ligornesi, ma non va, sfera che si alza sulla traversa. Risultato alla fine giusto per quanto visto in campo, con i genovesi che peccano di cinismo sotto porta. La sensazione è che i tre punti fossero alla portata.

Nel prossimo turno la Lavagnese ospiterà la coriacea Rignanese, impegnata nella corsa salvezza, mentre il Ligorna riceverà un Viareggio in piena lotta per i primi posti della classifica. Trasferta fiorentina invece per il Sestri Levante che farà visita al San Donato Tavarnelle.