Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’arte torna protagonista: al via Antiqua, viaggio nell’antiquariato di qualità

Nell'ambito della kermesse gli studenti dell'accademia Ligustica daranno vita a un laboratorio di sartoria teatrale realizzando due abiti vittoriani utilizzando vecchi jeans di riciclo

Genova. Arriveranno da tutta Italia gli antiquari che, dal 20 al 28 Gennaio, animeranno il padiglione blu della Fiera di Genova per Antiqua, l’appuntamento con il mercato dell’arte che permetterà ai visitatori di fare un vero e proprio viaggio tra opere di assoluto valore. Un percorso espositivo tra dipinti e sculture, ceramiche e arredi d’epoca, tappeti e gioielli che permettono un viaggio nell’antiquariato in un mix di epoche e di stili.

Antiqua Ligustica

Tra le opere più importanti saranno in mostra, grazie alla partnership con Banca Carige, quattro tele della scuola ligure del ‘600. Molte le novità di questa edizione che, dopo molti anni, torna d essere gestita da Fiera di Genova. “Siamo orgogliosi di avere mantenuto le promesse – spiega Rino Surace, direttore commerciale di Fiera di Genova – cioè di aver mantenuto a livelli alti la manifestazione, selezionando gli antiquari, veri protagonisti della manifestazione, grazie ai quali siamo riusciti ad avere uno standard qualitativo molto importante”.

Qualità che sarà certificata da una commissione di esperti che sceglieranno e segnaleranno le eccellenze in esposizione. “L’accademia Ligustica anche quest’anno incontrerà Antiqua e ci saranno incursioni di storici dell’arte – sottolinea il curatore, Giulio Sommariva, membro della commissione – che segnaleranno non necessariamente l’opera più prestigiosa ma, ad esempio, la più curiosa o quella meno consueta”.

Ma l’apporto della Ligustica non si limiterà a questo tipo di attività. Nel corso di Antiqua, infatti, gli studenti del corso di Costume daranno vita a un laboratorio di sartoria teatrale realizzando due abiti vittoriani utilizzando vecchi jeans di riciclo. Iniziato a che rientra nei “Tè delle cinque”, appuntamento con l’arte raccontata dagli esperti e con la musica del Conservatorio Paganini.

Tra le particolarità di questa edizione anche l’esposizione di alcune “opere d’arte a 4 ruote”, una selezione di rare auto d’epoca tra le quali una Torpedo Blu del 1928.