Serie a2

Genova Quinto deciso e carico: Rari Nantes Sori annichilita fotogallery risultati

Le considerazioni dalle due parti relative al derby giocato ad Albaro

Genova. Senza storia. Nella settima giornata del campionato nazionale di Serie A2 girone Nord il Genova Quinto B&B Assicurazioni fa suo il derby con la Rari Nantes Sori, vincendo 15-3 e conquistando così il settimo successo consecutivo che lo lascia al comando della classifica a punteggio pieno.

Gara senza storia, dicevamo. I padroni di casa fanno valere sin da subito la loro superiorità e nel giro della prima metà dell’incontro si portano sul 9-0, mettendo in ghiaccio la partita. Nei rimanenti due tempi il Quinto concede un po’ di più, gli ospiti iniziano a farsi vedere con maggiore frequenza dalle parti di Pellegrini ma l’inerzia del match non cambia.

Bene l’approccio alla partita – commenta il tecnico Gabriele Luccianti –. Dopo sabato prossimo mi aspettavo una pronta risposta da parte dei miei ragazzi. Siamo entrati in acqua più carichi, più decisi, più vogliosi, e quando ti entrano subito i gol e vai avanti nel risultato diventa tutto più facile. Sabato prossimo con il Chiavari sarà una partita difficile, in una vasca complicata. Loro hanno qualche giocatore di qualità e buoni valori per questa categoria. Non guardiamo la classifica, sarà importante entrare in acqua ancora una volta con la giusta determinazione, altrimenti diventerà tutto più complicato”.

Punto di vista granata. Un Sori mai in partita cede il passo allo Sporting Club Quinto, seria candidata alla promozione in A1. C’è ben poco da raccontare in una partita in cui il risultato di 15 a 3 in favore dei padroni di casa parla chiaro. Il divario tra le due formazioni lo si conosceva in partenza, ma ciò non toglie che, soprattutto visto il peso della gara a livello emotivo, i granata avrebbero potuto avere fin dall’inizio una diversa verve agonistica.

La Rari Nantes, annichilita di fronte ai colpi di un avversario che voleva di certo dimostrare ancor di più il suo valore, scompare piano piano dal match, dimostrando uno sfilacciamento totale. Scarsa capacità di reagire, difficoltà nel giocare davanti, subendo il pressing avversario senza mantenere le giuste distanze.

Il tutto condito da rilassatezza difensiva e mancanza di concentrazione, impensabili contro un avversario di tale caratura che ha saputo sfruttare, mostrando grande maturità, ogni situazione. Poco rimane della prestazione di questo Sori, mai in partita, e, anche se fare punti sarebbe stato difficile, era pronosticabile, c’è sempre modo e modo di perdere.

Si guarda avanti, i risultati permettono di lavorare con fiducia pensando già a sabato quando in casa i granata dovranno vedersela con il Lavagna. Un passo falso ed una batosta così possono e devono servire da lezione: mai mollare e darsi per vinti, con nessuno.

leggi anche
  • Pallanuoto
    Serie A2, Quinto contro Sori: vigilia di derby
  • Pallanuoto
    Serie A2, prevale il fattore campo: sei successo casalinghi