Genova Calcio vittoriosa a Vado, Rivarolese a forza 5 sul Moconesi - Genova 24
Eccellenza

Genova Calcio vittoriosa a Vado, Rivarolese a forza 5 sul Moconesirisultati

Biancorossi che si rilanciano in classifica battendo la seconda della classe. Giallorossoneri che ci credono. In coda punti importanti per Serra Riccò e Molassana

L’Eccellenza ligure parla spezzino. Questo almeno stando ai risultati della 17^ giornata di campionato andata in campo oggi che ha visto la Fezzanese imporre il fattore campo sul Pietra Ligure. I verdestellati si sono imposti di stretta misura su un Pietra che conferma di non essere nel suo miglior periodo anche se il calendario non aiuta (domenica scorsa contro il Vado e la prossima contro la Sammargheritese).

Decisivo il colpo di testa imperioso di Zavatto che al 40° svetta su tutti e gira sul palo lontano, Tufano non può nulla se non raccogliere il pallone in fondo al sacco. La Fezzanese vince con merito grazie ad una gestione attenta del vantaggio, mentre il Pietra vede la classifica sotto le aspettative.

Big match fra Vado e Genova Calcio con i genovesi che alla fine la spuntano rilanciandosi in classifica, ma anche nel morale. Biancorossi che resistono un tempo sotto i colpi di un Vado volitivo e voglioso di mordere. Nel secondo tempo il gol decisivo è di Romei che elude la marcatura di Vagge e batte Iliante con un gran diagonale.

Genova Calcio che dopo il gol acquista sicurezza, ribatte agli attacchi rossoblù che da parte loro manovrano in maniera troppo prevedibile e si rendono pericolosi solo con un tiro dalla distanza di Del Nero e con una deviazione sbagliata di Di Pietro.

Per la Rivarolese un risultato positivo contro il Moconesi che soccombe per 5-1, ma mostra buoni segnali. Infatti i biancorossi tengono un tempo contro una delle più attrezzate squadre della categoria, poi al 48° arriva il gol di Ferrarotti che sblocca tutto e incredibilmente porta in vantaggio il Moconesi.

La reazione della Rivarolese, però non si fa attendere ed è rabbiosa. Mura al 50°, Donato al 53° e ancora Mura al 57° chiudono virtualmente una gara che il Moconesi vede sfilargli via davanti. Al 64° Mura trova la terza rete personale, mentre all’84° Morabito cala il sipario per la manita dei locali.

Si conferma in gran forma la Sammargheritese che trova il sesto risultato utile consecutivo e batte l’Imperia riuscendo così anche a superare i nerazzurri in classifica. Arancioblù che sfruttano un calcio da fermo per vincere la gara: al 38° Cilia mette in mezzo e Gambarelli incoccia di testa anticipando tutti e mandando in estasi i tifosi levantini. L’Imperia evidenzia un chiaro calo sia fisico che mentale e la vetta si allontana sempre più.

Colpo esterno dell’Albenga che espugna il campo della Sestrese. Dopo il gol di Lipani al 33°, per i bianconeri trovano la reazione nella ripresa durante la quale al 56° impattano con Andreis, mentre all’87° ottengono il gol della vittoria con Licata. Tre punti molto pesanti perché ottenuti fuori casa e contro una rivale diretta, ma anche perché dagli altri campi arrivano notizie che dicono che nessuno si arrenderà facilmente.

Chi non si arrende di certo è il Valdivara che si impone 3-1 sul Rapallo e tiene a distanza le inseguitrici per la zona salvezza. Sono i bianconeri a passare in vantaggio al 35° con Marchi, ma i locali impiegano sei minuti per pareggiare con bomber Bertuccelli. Nel secondo tempo Iroanya piazza il gol del sorpasso e all’80° El Caidi spegne le speranze dei ruentini che patiscono un’altra sconfitta e restano nelle zone basse di classifica.

Classifica che riesce a smuovere il Serra Riccò grazie ad una grande prestazione che consente ai gialloblù di tornare dalla difficile trasferta di Ventimiglia con un punto. Granata che trovano il gol del vantaggio con Trotti al 45°. Il Serra Riccò è bravo a non perdere la testa e ad inizio secondo tempo arriva il pari con Lobascio che concretizza la grande mole di gioco creata dagli ospiti.

Infine scontro diretto fra Molassana e Busalla che cercavano punti salvezza. Alla fine hanno prevalso i rossoazzurri per 2-1. Vantaggio firmato da Costa al 33°, ma un Busalla che tiene il campo e ci prova fino alla fine andando vicino al gol in un paio di occasioni, ma esponendosi troppo e all’88° viene punito da Guidotti che sfrutta un varco e batte Balbi. Cagliani al 92° poi riapre la gara su punizione, ma ormai è tardi e il Molassana può festeggiare.

leggi anche
Genova Calcio Vs Vado Eccellenza Girone A
Bomber di razza
Genova Calcio, Simone Romei. “La compattezza della squadra è stata l’arma vincente con il Vado”
Molassana_Baiardo Coppa Italia Promozione
Il riscatto
Molassana, Corrado Schiazza: “Vittoria meritata, la prestazione della squadra mi lascia fiducioso per il futuro”