Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fezzanese ko, ma la Rivarolese non ne approfitta risultati

Giornata no per le prime che perdono tutte tranne i giallorossoneri che ad Imperia, però non passano, guadagnando comunque un punto. Vittorie importanti per Serra Riccò e Sestrese

Nella diciottesima giornata del campionato di Eccellenza, le squadre al vertice si prendono quasi tutte un turno di “riposo”. Ringraziano le avversarie impegnate in vario modo alla lotta salvezza o al rilancio personale. Perdono infatti le prime 5 della classifica, ad eccezione della Rivarolese, che invece pareggia contro la temibile Imperia.

Genovesi che vanno anche in vantaggio al 15° con Mura, bravo a girare in porta un bell’assist di Nocentini, ma vengono raggiunti ad inizio ripresa su calcio di rigore del solito Daddi per fallo di Donato.

Sfuma così la possibilità per i giallorossoneri di approcciarsi alla capolista Fezzanese, travolta  non lontano da Imperia. Al “Morel” di Ventimiglia, infatti i granata padroni di casa giocano a poker con gli spezzini e si impongono per 4-1. Vantaggio al 31° firmato da Cafournelle dalla distanza. Il raddoppio cinque minuti dopo è di Salzone che ringrazia il portiere Brozzo per la papera che permette ai padroni di casa di allungare.

Nella ripresa la reazione fezzanese arriva con un avvio in attacco che viene premiato da un calcio di rigore che Baudi trasforma al 50°. La giornata, però non è delle migliori per gli ospiti che al 67° subiscono il terzo gol firmato Trotti che punta la porta, salta un difensore e fa 3-1. All’84° cala il sipario sulla partita con la punizione di Felici che batte ancora il portiere spezzino.

Torna a vincere il Pietra Ligure dopo un digiuno di  ben 5  partite che iniziava a far preoccupare i tifosi dei biancoblù. Vittoria importante anche perché arrivata contro una delle squadre direttamente concorrenti per le prime posizioni, la Sammargheritese. Gara intensa ricca di gol ed emozioni a Pietra con le squadre che mettono da parte i tatticismi e si affrontano da subito a viso aperto.

Levantini che vanno in vantaggio al 10° con Gambarelli, ma vengono raggiunti quasi subito con Anselmo, poi al 19° Zunino si smarca e infila Raffo per il gol del 2-1 locale. Come detto la partita va sull’ottovolante e ad al 40° Neirotti trova il gol del 2-2. Si torna in campo nel secondo tempo e Cilia inventa una punizione che riporta avanti gli arancioblù. Il Pietra non ci sta, reagisce ed al 78° torna in gara con un tiro da fermo ancora di Anselmo. Le squadre poi rallentano, stanche e timorose dopo sei reti realizzate, ma in piena zona Cesarini, Facello piazza il tiro decisivo per 4-3 dei pietresi che tornano a credere nel proprio campionato.

Cade anche il Genova Calcio che viene stesa da un gol capolavoro di Liguori che al 49° calcia al volo di mancino, portando avanti la Sestrese. Dondero battuto e palla nel sacco. Nel finale Traverso a tu per tu con Rovetta spara incredibilmente fuori. Per i verdestellati una vittroai fondamentale visti i risultati dagli altri campi.

Infatti nella corsa salvezza si registra la bella vittoria dell’Albenga che in casa batte i freschi campioni della Coppa Italia di categoria, il Real Valdivara 5 Terre per 2-1. Gol lampo di Licata su calcio di rigore e raddoppio al 54° con Revello. Inutile la rete di Alvisi al 90° che non evita un ko pesante per i levantini, che vengono avvicinati proprio dai bianconeri ora dietro di un solo punto.

Gioisce anche il Serra Riccò grazie ad un sontuoso 3-0 rifilato al Vado, un risultato impensabile alla vigilia. Gara bloccata nel primo tempo che i gialloblù tengono bene, stringendosi in difesa e lasciando l’iniziativa agli avversari che mantengono uno sterile possesso palla. Ad inizio ripresa la zampata con Sardu che finalizza una discesa rapida di Termini. All’82° Lobascio trasforma un calcio di rigore e cinque minuti dopo si ripete per il 3-0 che fa esplodere di gioia i sostenitori locali.

Non si fanno male Rapallo e Busalla che in un match fondamentale non vanno oltre l’1-1. Vantaggio ospita con Cotellessa a pochi minuti dall’intervallo, pari di Nelli al 74°. Un punto a testa che serve a ben poco per la causa salvezza di entrambe. Stesso punteggio che ottiene il Moconesi contro il Molassana. Un punto che certamente da tanto morale ai biancorossi dopo una lunghissima serie di ko, mentre non fa piacere in casa Molassana passata in vantaggio al 70° con Costa. Al 90° arriva i rigore del pareggio di Casagrande.