Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commercio, i piccoli negozi adottano un “codice deontologico” per i saldi trasparenti

Al via l’operazione saldi chiari per distinguere gli esercizi commerciali più affidabili e aiutare i consumatori a orientarsi nei saldi. Per chi sceglie questi negozi anche uno sconto sulle nuove collezioni.

Genova. Un codice deontologico per i negozi, e uno sconto per i clienti, sono questi i punti principali dell’operazione Saldi chiari lanciata, per il secondo anno, da Federmoda Ascom Confcommercio Genova per aiutare la rete del piccolo commercio a farsi spazio, in un momento cruciale come quello delle vendite di fine stagione.

Saldi chiari

Un occasione, quindi, per aiutare i clienti a conoscere meglio i propri diritti, ma anche per promuovere quel tessuto commerciale “di vicinato” che è una delle ricchezze del commercio genovese. L’iniziativa, infatti, alla quale hanno aderito una cinquantina di negozi, sarà proprio improntata, alla promozione dell’acquisto sotto casa.

“Si tratta di una rete di negozi dei quali ci si può fidare al 100% – spiega Manuela Carena, vice Presidente Vicario Federmoda- anche perché si impegnano, sottoscrivendo un apposito codice deontologico, ad offrire condizioni di garanzia al cliente mantenendo alti gli standard qualitativi del servizio e del prodotto nel pieno rispetto delle norme vigenti”.
Ma l’operazione, oltre a prevedere tutta una serie di punti ben precisi da rispettare, dalla corretta percentuale di sconto al diritto al cambio da parte dell’acquirente, prevede anche altre agevolazioni per chi acquista durante i saldi. “Saldi Chiari – conclude Carena – offre ai clienti l’opportunità di ricevere un buono sconto sulle nuove collezioni utilizzabile all’interno dello stesso circuito di negozi in un periodo diverso da quello dei saldi”.