Comandante scomparso, scarcerati i due marittimi per carenza gravi indizi - Genova 24
Indagini in corso

Comandante scomparso, scarcerati i due marittimi per carenza gravi indizi

La scelta del gip in attesa della chiusura delle indagini

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. Scarcerati oggi pomeriggio, in attesa della conclusione delle indagini, i due marittimi ucraini arrestati lo scorso 7 novembre dalla polizia per l’omicidio volontario del comandante Yurii Kharytonov, 51 anni, scomparso a bordo della motonave Giannina della Msc tra il 19 e il 20 ottobre durante la navigazione fra Gioia Tauro e Genova.

A detta del giudice per le indagini preliminari e dello stesso pm non ci sono gravi indizi di colpevolezza per mantenere ancora in carcere i due ufficiali di macchina Dmytro Savinykh, 44 anni, e Oleksandr Maltsev di 43, in attesa della decisione del possibile rinvio a giudizio.

I poliziotti li avevano fermati grazie ad un ordine di custodia emesso dal giudice perchè risultava esserci stata una lite fra comandante e i due nella notte della scomparsa in seguito a due blocchi del motore della nave.

Inoltre su un pontile erano state trovate tracce di sangue del comandante che qualcuno avrebbe tentato di lavare e un maglione dello scomparso con alcune macchie di sangue. Dalle intercettazioni ambientali risulta inoltre che i due si sarebbero messi d’accordo per fornire la stessa ricostruzione e si sarebbero chiesti se il corpo del comandante potesse essere stato maciullato dall’elica della nave.

Gli avvocati difensori dei due marittimi Ruggero Navarra, Barbara Costantino, Fulvia Nari e Davide Paltrinieri hanno sostenuto che non ci sono prove nè tantomeno indizi gravi, come poi ammesso dal gip e anche dal pm.

Inoltre uno dei due ufficiali fermati, Oleksandr Maltsev, era stato più volte e anche di recente segnalato alla compagnia dallo stesso comandante scomparso per una promozione per il suo operato sulla nave.

leggi anche
msc giannina
Giallo
Comandante scomparso, la scientifica torna a bordo della Msc Giannina
msc giannina
Giallo in alto mare
Comandante scomparso, le intercettazioni inguaiano gli ufficiali: “Ho pulito tutto, corpo risucchiato dalle eliche”
msc giannina
Giallo
Comandante scomparso, i due ufficiali arrestati restano in carcere