Indagine confesercenti

Befana “avara”: doni solo a metà dei bimbi genovesi

In media a livello nazionale sara' il 59% a celebrare la Befana con un dono ai piu' piccoli, nel capoluogo ligure le stime indicano il 49%. A Bari il 72%, al top in Italia, poi Napoli (70%), Roma (67%). Firenze 58%, Milano sul fondo della classifica al 44%

Genova. Befana “avara” per i bimbi genovesi, almeno secondo le stime di una classifica nazionale resa nota da Confesercenti. Nel capoluogo ligure, secondo una indagine condotta con Swg su un panel di 3.000 consumatori, nel capoluogo ligure la “vecchina” tanto amata dai piccoli arriverà solo per il 49%.

In media, a livello nazionale sara’ il 59% a celebrare la Befana con un dono ai piu’ piccoli – sottolinea la Confesercenti – a Bari il 72%, al top in Italia, poi Napoli (70%), Roma (67%). Firenze al 58%, Milano sul fondo della classifica al 44%. Circa la meta’ degli italiani faranno doni per l’Epifania con una spesa complessiva che dovrebbe superare quota 1,8 miliardi. La stima arriva dalla Confesercenti che ha calcolato in 68 euro la spesa media per 27,7 milioni di italiani, in crescita del 15% sul 2017.

La tradizione sara’ rispettata soprattutto al Sud, mentre i doni saranno soprattutto utili approfittando dei saldi che iniziano domani. La festa si preannuncia positiva anche per il turismo: per il periodo dell’Epifania – si spiega nell’indagine – saranno in viaggio quasi 2,4 milioni di italiani, circa 500.000 in piu’ sullo scorso anno, con una spesa media di 665 euro a persona. Il 66% scegliera’ una meta turistica italiana, mentre il 23% visitera’ una qualche localita’ europea.

 

Più informazioni