Non chiamateli nerd

Aspiranti cacciatori di hacker? L’Università di Genova vi porta ai mondiali di cyber defense

Il bando è rivolto ai giovani tra i 16 e i 22 anni e prevede una fase di addestramento gratuita

Genova. L’Università di Genova cerca giovani talentuosi informatici cacciatori di hacker per la nazionale italiana dei cyber defender. “CyberChallenge.it è il primo programma italiano di addestramento rivolto a giovani talenti per creare i cyber-defender del futuro”, spiega il professor Giovanni Lagorio della sezione di Scienze matematiche, fisiche e naturali del Dibris dell’ateneo genovese.

Dopo il successo dell’edizione 2017, che ha portato l’Italia sul podio dell’European Cybersecurity Challenge, il programma riparte nel 2018 rilanciando l’ambizioso obiettivo di cercare il talento nascosto in giovani tra i 16 e i 22 anni.

In Italia sono coinvolte, oltre a quella di Genova, anche le Università di Roma Sapienza, Milano, Napoli Parthenope, Padova, Ca’ Foscari Venezia, più i Politecnici di Milano e Torino. “Le registrazioni sono aperte fino al 20 gennaio – prosegue il professor Lagorio – 160 giovani brillanti e motivati, provenienti dalle scuole superiori e dalle università, verranno selezionati per partecipare a un programma di addestramento gratuito presso le otto sedi universitarie, da marzo a maggio 2018, come primo passo per una futura carriera brillante nell’ambito della sicurezza informatica”