Aeroporto

Arrivano i documenti, ora il volo Genova – Trieste può partire davvero

FlyValan decollerà il 23 gennaio, per ripartire dopo il contrattempo burocratico la compagnia farà sconti del 25% su tutte le tariffe e regalerà un biglietto a chi aveva già acquistato

Genova. FlyValan, dopo settimane di attesa, ha finalmente conseguito da parte delle Autorità Aeronautiche Rumene l’upgrade per ATR72 del suo Coa, certificato di operatore aereo. Le attività di FlyValan, inizialmente previste per il 27 novembre, sono state ritardate a più riprese a causa del prolungarsi di tali procedure di certificazione.

Per chi aveva già acquistato il biglietto, FlyValan ha proceduto con i rimborsi senza alcuna forma di modulistica da inviare e senza alcun passaggio burocratico, oltre ad una compensazione economica o la riprotezione su altro vettore, in adesione al dispositivo della UE in materia. Ora però le problematiche sono state risolte e non si frappongono ulteriori ostacoli per l’avvio delle operazioni del vettore.

In questo senso, il primo volo di FlyValan è ora previsto in decollo il prossimo 23 gennaio sulla tratta per Trieste, operata nelle giornate di martedì, giovedì e venerdi.

A tal proposito, Evghenii Zagrebelnii, direttore commerciale di FlyValan, ha dichiarato: “Abbiamo deciso di produrre un prudenziale e progressivo rientro della capacità produttiva di FlyValan, iniziando dalla sola rotta Genova-Trieste-Genova, al fine di meglio controllare ed efficientare la qualità del nostro servizio. L’avvio degli ulteriori servizi sarà annunciato in prima istanza attraverso i canali web e social di FlyValan. Consideriamo importante farci ora pienamente conoscere ed apprezzare dalle comunità liguri e friuliane in prima istanza, su cui contiamo per il successo della nostra intrapresa”.

Al fine di supportare il riavvio delle operazioni, nel periodo tra il 23 gennaio ed il 6 di febbraio FlyValan offrirà uno sconto promozionale del 25% su tutte le sue tariffe di volo. Inoltre, il vettore attraverso il suo Customer Service sta già progressivamente contattando i passeggeri che avevano acquistato biglietti sulla tratta per Trieste nel corso di dicembre offrendo loro un biglietto gratuito (escluse l’administration fee e le tasse aeroportuali) come gesto di attenzione verso la clientela e di scuse per i disservizi provocati.