Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Alla Lavagnese il derby con il Ligorna. Lagaccio: terza vittoria consecutiva risultati

Vittoria entusiasmante anche per il Molassana che sotto di due reti si impone 3-2 sul Grifo Perugia

La Serie B femminile entra nel vivo con il girone di ritorno giunto alla terza giornata di questa ultima stagione con il formato a 3 gruppi della cadetteria. Volano le genovesi che dopo il turno sciagurato di domenica scorsa, tornano quasi tutte a punti.

Centrale il derby del “Pertini” fra le biancoblù e le bianconere di Lavagna con quest’ultime che si impongono per 0-2 e proseguono il testa a testa con la Novese (roboante 6-0 in trasferta con il Luserna per le piemontesi) per rimanere agganciate all’ultimo posto disponibile per la “salvezza” ovvero per accedere al girone unico nella prossima stagione.

Gara in equilibrio per tutto il primo tempo che viene sbloccata dal perentorio colpo di testa di Cama che al 53° indirizza la gara verso levante. Venti minuti dopo arriva anche la sfortunata deviazione di Bettalli che batte il proprio portiere e consente alle lavagnesi di mettersi al riparo dal ritorno delle genovesi.

Biancoblù che restano nella parte medio alta della graduatoria, ma sembrano ormai troppo lontane per inseguire le stesse bianconere le quali a loro volta si avvicinano all’Arezzo, che comunque conserva 5 punti di vantaggio. Tanto rammarico in casa Lavagnese sicuramente resta per quel ko rimediato in casa domenica scorsa proprio con le aretine.

Proprio la squadra granata poco meno di un mese fa aveva fatto sprofondare l’Amicizia Lagaccio nel punto più basso della propria stagione. Quel 6-0, però è stata un’utile lezione per Del Francia e compagne che da allora non ne hanno più sbagliata una. Così arriva anche la terza vittoria consecutiva che consente alle lagaccine di ritornare in posizioni più consone alle abitudini verdiblù.

Contro la Femminile Juventus basta una rete, ma sarebbero potute essere molte di più vista la mole di gioco creata dalle genovesi che da subito impongono il proprio ritmo sulle zebre che vengono salvate ripetutamente dal proprio portiere Milone. Scatenata proprio Del Francia che, però vede murare tutti i suoi tentativi di sbloccare il risultato. Allora verso la fine del primo tempo ci prova Toomey che sfiora l’incrocio con un tiro dai 20 metri.

Il gol arriva nella ripresa, ed è, paradossalmente, un “gollonzo”: Baghino vede Del Francia e la lancia in profondità, palla troppo lunga che arriva in area dove Milone controlla con i piedi. O meglio dovrebbe controllare, perché la sfera non viene stoppata dall’estremo difensore, che probabilmente patisce la pressione di Del Francia, e si lascia passare il pallone sotto la suola. Palla che rotola lentamente in porta e vantaggio fortunato, ma assolutamente meritato.

Le juventine sono stordite dalla freschezza genovese e dal gol subito. Al 58° Toomey ha la palla del raddoppio, ma viene anticipata di un soffio. Al 70° Piazzi è prodigiosa nello sventare la prima vera occasione torinese con Sobrino che in mischia lascia partire una bordata che la numero uno ospite riesce a respingere. Nel finale le bianconere premono e fanno soffrire le lagaccine che comunque tengono il minimo scarto e si impongono.

Vittoria esaltante anche per le pantere del Molassana Boero che contro il Grifo Perugia rischiano tantissimo, ma alla fine fanno bottino pieno. Umbre che arrivano a Genova con il coltello tra i denti e iniziano subito all’attacco, sfruttando un approccio certamente non ottimale delle rossoazzurre. Poca convinzione e lucidità sono ottime per le avversarie che vanno facilmente sullo 0-2 con Ceccarelli e Fiorucci.

Lo shock è forte per le pantere che quindi decidono finalmente di sistemarsi e iniziano a macinare gioco. Così progressivamente la furia delle ospiti si placa, lasciando spazio all’ordine tattico imposto da mister Pardu che da i suoi frutti proprio allo scadere di frazione con una bella azione tutta potenza e tecnica di Calcagno che sigla il gol dell’1-2.

Nella ripresa cambia tutto. Il Molassana sa di avere le possibilità ed il tempo per farcela, il Perugia prova di sfruttare le ottime doti fisico-atletiche in possesso, ma col passare dei minuti e con il buon palleggio genovese, le biancorosse calano lasciando spazi utili all’estro di Fernandez. Ma il gol del pari arriva dalla panca con Crivelli che beffa il portiere con un pregevole pallonetto. Il Grifo Perugia prova a reagire, ma Stevanin si dimostra solida in porta nell’unica occasione delle umbre che sono sempre meno lucide. Così le pantere si gettano all’attacco e a pochi minuti dal 90° Fernandez ha il guizzo in velocità su invito della difesa. La venezuelana si presenta davanti al portiere e la infila con un tocco di precisione. Finisce 3-2 con una rimonta davvero epica per un gruppo che sembra aver ritrovato la verve e la convinzione necessaria per risalire la classifica.

Nel prossimo turno le lagaccine ospiteranno il Luserna in uno scontro diretto, mentre il Ligorna farà visita alla capolista Florentia. Per la Lavagnese impegno casalingo con il Torino. Il Molassana infine sarà di scena a Pisa.