Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ultima di andata per l’Entella, Aglietti: “Dovremo essere famelici e migliorare negli episodi” risultati

Appuntamento alle ore 20,30 al Comunale di Chiavari

Chiavari. Questa sera, giovedì 28 dicembre, alle ore 20,30, al Comunale di Chiavari si affronteranno Virtus Entella e Novara. L’incontro chiuderà il girone di andata, poi ci sarà uno stop di ben 22 giorni.

La partita sarà arbitrata da Antonio Giua della sezione Aia di Olbia, coadiuvato da Maurizio De Troia (Termoli) e Marco Chiocchi (Foligno). Quarto ufficiale sarà Juan Luca Sacchi (Macerata).

Alfredo Aglietti dichiara: “Giochiamo in casa, dobbiamo affrontare la partita con il piglio giusto. Con l’intensità e la cattiveria giuste per tornare alla vittoria perché sarebbe importante chiudere il girone di andata a 24 punti; viceversa, non dovessimo riuscire a vincere, fermo restando il fatto che nel girone di ritorno ci sarà da correre comunque, girare a 22 rispetto a 24 è già diverso. Ho visto nei ragazzi la voglia di fare bene, mi aspetto una prestazione importante; mi aspetto anche una risposta dalla squadra che già è avvenuta a Frosinone. Però è chiaro che la partita di Frosinone era molto difficile; quella di domani è difficile però dobbiamo fare una partita gagliarda, cattiva, intensa e portarla a casa”.

Il Novara è una buona squadra – prosegue l’allenatore -, mi sembra che sia una delle tre squadre che hanno fatto più punti fuori casa che in casa. Si difende bene, ha ottimi giocatori per ripartire con Di Mariano, Maniero, Dickmann. Dobbiamo stare attenti, non prestare il fianco al contropiede, aver pazienza, attaccarli nella maniera giusto ma soprattutto sfruttare le occasioni che ci capitano, perché quelle le creiamo tutte le partite ma non sempre abbiamo la cattiveria e la ferocia di andare a chiudere queste azioni nel migliore dei modi. A volte sicuramente è anche bravura dei portieri, a volte pecchiamo noi. Domani nelle occasioni che avremo dovremo essere famelici“.

“È chiaro che dopo la partita ci sarà un po’ un rompete le righe di una decina di giorni obbligatorio per tutti e poi ci ritroviamo, faremo una settimana intensa di lavoro, di preparazione per quello che riguarda il girone di ritorno. A maggior ragione la partita di domani, anche per quello che potrebbe essere il modo con cui ci si riaffaccia al campionato riveste una chiave davvero importante, perché tornare qui con una vittoria ti dà fiducia, ti dà morale, ti dà proprio la voglia di ripartire e di far bene: quello che dobbiamo sempre avere. Noi non dobbiamo sbagliare prestazione, non dobbiamo sbagliare approccio, non dobbiamo sbagliare l’atteggiamento. Poi è chiaro che ci sono il particolare, l’episodio, e lì dobbiamo migliorare perché in questo momento è su queste situazioni che noi perdiamo le partite o non riusciamo ad arrivare alla vittoria. Lì dobbiamo assolutamente migliorare – conclude Aglietti -: non voglio vedere cali di concentrazione o di attenzione perché fanno la differenza“.