Grandi opere

Terzo Valico, il Cipe dà il via libera agli ultimi due lotti, fine lavori confermato nel 2022

Genova. Via libera dal Cipe al finanziamento degli ultimi due lotti per la realizzazione del Terzo Valico ferroviario dei Giovi, inclusa la “variante interconnessione Novi” richiesta dagli enti locali che riguarda l’interconnessione della nuova linea ferroviaria con la linea storica Torino-Genova, e di 60 milioni per lo sviluppo delle zone dell’alessandrino interessate dalla costruzione della nuova infrastruttura. Il quinto lotto ammonta a 1,5 miliardi mentre il sesto di 883 milioni.

Per il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, si tratta di “un nuovo e determinante passo avanti verso la conclusione dell’opera ferroviaria più importante del paese”. Con l’avvio del quinto e sesto lotto, sottolinea il governatore, “viene anche confermato il termine del 2022 per la conclusione della direttrice Liguria-Alpi, che rappresenta l’infrastruttura fondamentale per velocizzare il traffico passeggeri tra Genova e Milano e sarà lo strumento di penetrazione del traffico delle merci movimentate dai porti liguri verso il mercato d’Oltralpe”.

L’amministratore delegato di Rete ferroviaria italiana, Maurizio Gentile, si dice “molto soddisfatto, nel 2022 la parte italiana del corridoio Reno – Alpi diventerà realtà e il nostro Paese ne beneficerà in competitività, sviluppo, sostenibilità ambientale”.

Infine, il commissario governativo del Terzo Valico, Iolanda Romano, sottolinea che si tratta di “un momento importante per il completamento di un’opera che sia il governo che le Regioni interessate ritengono fondamentale per lo sviluppo del Nord-Ovest e di tutto il paese. E anche una conferma e un riconoscimento del processo di accompagnamento avviato due anni fa con un metodo innovativo, basato su trasparenza, dialogo con il territorio, e collaborazione tra istituzioni”.

Più informazioni