Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sturla, classi allagate e scontro con il dirigente scolastico, studenti del King in “sciopero” foto

Tutti, o quasi, fuori dalla scuola questa mattina. "E andremo avanti", dicono i ragazzi in polemica con il preside Gianfranco Spaccini

Più informazioni su

Genova. Classi allagate e degrado, ma anche (e forse soprattutto) la sensazione di essere abbandonati. Per questo, stamani, gli studenti del liceo scientifico e classico Martin Luther King di Sturla hanno deciso di restare fuori dalla scuola.

“Scioperiamo oggi – dice uno studente e portavoce della protesta – e sciopereremo ancora perché quello di cui usufruiamo non è un servizio decente, abbiamo il diritto di studiare in spazi con standard minimi. Cerchiamo attenzione dalle istituzioni”.

Il King è uno dei licei più importanti e frequentati di Genova. Complessivamente, tra sedi e succursali, una quarantina di classi. Il dirigente scolastico è Gianfranco Spaccini. “Non solo non siamo riusciti a parlargli, ma la nostra impressione è che non abbia a cuore la scuola, e oggi non a caso non si è fatto vedere”, accusa il ragazzo.

Abbiamo cercato di contattare il professor Spaccini, ma – per ora – invano. Il dirigente è lo stesso che, qualche settimana fa, aveva fatto scoppiare una bufera per aver deciso di aderire pedissequamente alla direttiva del ministro dell’Istruzione Fedeli in merito alla gestione degli studenti under14. Poi la situazione si è risolta da sola, con un dietrofront del Miur ma, di fatto, Spaccini voleva che i genitori degli studenti minori di 14 anni li portassero e andassero a prendere ogni giorno.

Questa mattina, in via Sturla, sono rimasti fuori dalla scuola circa tre quarti degli studenti totali. Nonostante alcune situazioni di “picchettaggio”, alcuni ragazzi del quinto anno sono stati fatti entrare per svolgere delle prove.