Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Spada: Mara Navarria seconda al Grand Prix di Doha

Argento per la portacolori del Club Scherma Rapallo, fermata in finale da Ana Maria Popescu

Rapallo. Prosegue il momento magico di Mara Navarria, che dopo la vittoria nella prima tappa stagionale di Coppa del Mondo a Tallinn arriva seconda nel Grand Prix Fie di Doha di spada femminile, una gara particolarmente amata dalla spadista azzurra dell’Esercito, che in Qatar ha già vinto due volte, nel 2012 e nel 2015.

L’atleta che si allena con il maestro Roberto Cirillo al Club Scherma Rapallo si è fermata solo in finale al cospetto della titolatissima Ana Maria Popescu (Romania), che si è imposta col punteggio di 10-6. La gara di Mara Navarria era cominciata sabato con cinque vittorie su sei assalti nel girone e l’accesso diretto al tabellone delle 64.

Nella giornata decisiva per l’accesso alle medaglie, la friulana ha esordito con un 15-10 con la kazaka Assel Alibekova nei trentaduesimi, poi 15-11 alla spagnola Dora Kiskapusi nei sedicesimi, 15-8 alla giapponese Ayaka Shimookawa agli ottavi, 15-11 all’ucraina Olena Kryvytska nei quarti, 15-10 alla coreana Choi Injeong in semifinale.

In gara nella giornata di domenica anche due atlete della Cesare Pompilio. Brenda Briasco, dopo un girone impegnativo con cinque vittorie e una sola sconfitta (in dodicesima posizione diventata poi ventottesima dopo l’aggiunta delle già qualificate di diritto) approda immediatamente al tabellone principale. Il giorno seguente incontra nel primo assalto di giornata la Chengzi Xu perdendo 15 a 13 e piazzandosi così al 39° posto.

Luisa Tesserin affronta un girone molto difficile riuscendo a gestire bene gli assalti e finendo con quattro vittorie e due sconfitte (41ª, diventa poi 57ª): per lei l’assalto nel tabellone preliminare dei 64. Non è fortunata perché incontra l’estone Lehis, che aveva battuto nel girone, ma che proprio per questo aveva avuto modo di prendere le misure per rifarsi. Luisa perde dopo un assalto combattuto 15 a 10 finendo la sua prova al 78° posto.