Quantcast
Serie d

Il Sestri Levante sbanca Finale. Ligorna: prestazione in chiaroscurorisultati

Corsari che tornano da Finale con tre punti preziosi per la classifica, mentre i biancoblù giocano un buon primo tempo, ma calano alla distanza. Rinviata la partita del "Riboli"

Varie Sport

Serie D in campo nonostante il maltempo  che costringe comunque la Lavagnese ad una giornata di riposo forzato a causa dell’allerta meteo sul Levante. In campo regolarmente invece Ligorna e Sestri Levante entrambe impegnate in trasferta, ma diametralmente opposte.

I corsari di Dell’Atti cercavano una cosa che non avevano mai avuto in questa stagione: continuità. Quella che consente alle squadre di assorbire fiducia in sé stesse, ma soprattutto spesso di fare punti sia in casa che fuori. Alla fine un primo segnale è arrivato a Finale in una gara la cui posta in palio era molto pesante. I finalesi, con una squadra rinforzata soprattutto della punta Virdis, ex Savona, erano reduci da una gran bella prestazione nella scorsa giornata e giungevano alla gara contro i levantini con tre punti in meno.

In una giornata fredda, da pieno dicembre, i rossoblù sono bravi ad interpretare la gara, con mister Dell’Atti che fa sedere in panchina Vincenzo Cammaroto, fiore all’occhiello del mercato corsaro sin qui, ma soprattutto che non snatura il gioco della sua squadra. Il Finale cerca subito di prendere il dominio del terreno di gioco, ma gli ospiti difendono e rispondono con rapidi contropiedi. Su uno di questi, al 14° Orlando sfiora il vantaggio con un tiro che sibila a lato della porta difesa da Gallo.

La partita scorre con poche emozioni, finché alla mezzora Ianniello riceve palla dalle retrovie, serve Roumadi in mezzo che non sbaglia e sigla il vantaggio sestrino. Il finale si fa vedere quando il primo tempo si avvia a conclusione con un colpo di testa di Antonelli che trova pronto un difensore a salvare tutto sulla linea. Poco dopo ci prova Genta, palla fuori.

Nel secondo tempo i corsari escono con il giusto piglio dagli spogliatoi e dopo due minuti trovano il gol del raddoppio con Pane che dopo il gol alla Massese, ci ha preso gusto e con una deviazione su corner, mette, è il caso di dirlo, in ghiaccio il risultato.  I padroni di cassa hanno poco dopo l’opportunità di tornare in gioco quando il direttore di gara vede un tocco con il braccio di D’Ambrosio in area. Dal dischetto, però Virdis stampa la sfera sulla traversa, successivamente Capra segna, ma l’arbitro annulla per offside.

Sestri che difende con ordine, ma rischia ancora su Sfinjari e Virdis con il primo impreciso ed il secondo che trova un super Adornato a respingere. Il Finale col passare dei minuti fatica sempre più a trovare la via della porta e Righetti, appena entrato, sfiora la terza rete calciando da ottima posizione, ma trovando Gallo reattivo. L’ultimo ad arrendersi è Virdis, in cerca di riscatto, che di testa prova ad angolare, ma non inquadra la porta. Un risultato che finalmente sembra essere legato ad un passo avanti soprattutto dal punto di vista della maturità della squadra rossoblù.

Non riesce a strappare i tre punti invece il Ligorna, nella complicata trasferta di Rignano sull’Arno. I genovesi infatti tornano con un solo punto dalla Toscana, in una partita dura, sia dal punto di vista fisico che ambientale con i biancoverdi sostenuti sempre da un pubblico numeroso nonostante freddo, pioggia e nevischio.

Ciò nonostante i biancoblù approcciano bene alla partita tanto da passare in vantaggio alla prima, vera occasione. Chiarabini batte un angolo, Cantatore anticipa tutti ed al 4° è 0-1. I ligornesi tengono il pallino del gioco, e sfiorano il raddoppio con Valenti che prova a battere Burzagli, ma senza inquadrare la porta. Con i genovesi in controllo, pochi si aspettano che la Rignanese provi a tornare in gara in questo periodo, invece sugli sviluppi di una punizione, la palla viene crossata bassa dalla destra sul secondo palo, nessuno interviene e allora Meucci può avventarsi in scivolata sulla palla per piazzare l’inaspettato 1-1 al 43°.

I toscani rientrano per il secondo tempo con maggior fiducia e creano sicuramente molto più di quanto fatto nel primo tempo. Tuttavia Fenderico è in grande spolvero e chiude su Privitera e Castiglione che tentano la via del gol da ottime posizioni. Il Ligorna invece arretra e patisce nettamente un campo sempre più pesante. Alla fine nessuna delle due squadre trova la via del gol e si accontenta di un punto. Per il Ligorna la classifica resta confortante con un punto guadagnato sul Seravezza, ora a 4 lunghezze, ma soprattutto +7 sulla zona playout.