Calcio femminile

Serie B femminile: periodo nero per le genovesirisultati

Solo l'Amicizia Lagaccio trova un punto nell'ultima uscita di campionato. Sabato si chiude il 2017 con il derby fra le verdiblù e il Molassana

Penultimo turno di campionato poco felice  per le genovesi impegnate nel campionato di Serie B. La situazione vede Amicizia Lagaccio e Molassana Boero, vivere uno dei momenti più complicati degli ultimi anni, mentre Lavagnese e Ligorna tutto sommato restano in zone di classifica che possono regalare situazioni interessanti.

Quasi impossibile l’impresa alla quale era chiamata la compagine bianconera domenica, visto che a Firenze non ha vinto nessuno e la Florentia sembra proprio destinata a prendersi il campionato con largo anticipo. Le toscane risolvono la partita contro la Lavagnese in meno di 45’ con un primo tempo in equilibrio per appena una ventina di minuti. Poi arrica il gol di Pompignoli, bel colpo di testa, che destabilizza Cafferata e compagne.

Cinque minuti dopo la Florentia raddoppia con Baroni direttamente su calcio d’angolo. Lasciata colpevolmente sola sul secondo palo, non deve fare altro che insaccare di testa. Passano altri cinque minuti e la gara può dirsi chiusa. Ferrari respinge una gran conclusione di Aliaj, ma Tona è rapida a ribadire in rete per il 3-0 che sostanzialmente spegne ogni velleità bianconera.

Nel secondo tempo Vicchiarello poi rende ancora più rotondo il risultato con un calcio di rigore guadagnato poco prima da Lotti e fa 4-0. Con le toscane che rallentano e operano diversi cambi, con tante giovanissime in campo, c’è spazio per il gol della bandiera di Garramone che si esisbisce in una bella punizione che non lascia scampo al portiere biancorosso. Termina 4-1 una gara proibitiva per le liguri contro quella che sarà molto probabilmente la regina incontrastata del campionato.

Inaspettato e un po’ deludente il ko del Ligorna che perde in casa contro il Musiello Saluzzo che arrivava a Genova con una sola vittoria all’attivo. Per le biancoblù un ko firmato Rolfo, la cui rete decide la partita che per le genovesi sa tanto di occasione perse. Nella giornata in cui Fracas non riesce a fare la differenza, nessuno prende lo scettro dell’attacco, anche se le ligornesi creano tanto, ma non concretizzano.

La beffa è dietro l’angolo e infatti durante il recupero della prima fase di gioco, è molto brava Rolfo a proteggere palla e a girarsi rapidamente sparando la sfera nell’angolo lontano. Le genovesi provano a rientrare in gara nella ripresa, ma non è giornata e le occasioni arrivano su calcio piazzato con Fracas e Bettalli. Nel finale, però le locali rischiano anche di subire il raddoppio sui rapidi contropiedi delle cuneesi. Finisce 0-1 con le piemontesi che si prendono 3 punti meritati.

Male anche il Molassana Boero che non riesce a fermare la Novese, vera regina del mercato con ben 5 nuovi arrivi (fra le quali Asteggiano dall’Amicizia Lagacci ndr). A siglare la rete del vantaggio è, però una delle “vecchiette” della squadra piemontese, Di Stefano, capitano biancoceleste che con un tiro – cross infila Stevanin.

Le pantere giocano comunque una buona gara, pur paventando i noti problemi sotto porta, con troppi errori negli ultimi 20-25 metri. Ad inizio secondo tempo, però è ancora la Novese a colpire con Lardo che ribadisce in rete una palla che danza troppo a lungo nell’area ligure. Merito al Molassana di continuare a fare gioco e cercare il gol, che arriva nel recupero con gran gol di Abondi che in corsa calcia al volo e fulmina l’incolpevole Asteggiano. Novese che passa quindi dimostrando di essere molto cinica, mentre le genovesi devono essere più incisive davanti.

Unica ad andare a punti è l’Amicizia Lagaccio che sfiora la vittoria in trasferta col Pisa, andando in gol con Nasso, ma venendo raggiunte da Licareti che riesce ad impattare il parziale. Anche qui resta un po’ di amaro in bocca perché le lagaccine hanno sicuramente i mezzi per superare diverse altre società anche più in alto in classifica.

Sabato 23, ultimo turno dell’anno in cui spicca il derby sotto l’albero tra Lagaccio e Molassana, mentre la Lavagnese attende la Grifo Perugia in una gara non semplice. Per il Ligorna, trasferta contro il Romagnano per cercare di farsi sotto ai posti che contano.