Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Red Carpet del Cemento”, Luca Pastorino attacca Toti: “Deregolamentazione stupro per i nostri territori”

Sotto accusa la semplificazione burocratica per nuove costruzioni sotto i 10 mila metri quadrati

Genova. Un attacco durissimo quello portato dal deputato di Possibile Luca Pastorino nei confronti del governatore di Regione Liguria, Giovanni Toti, responsabile, secondo l’esponente di Liberi e Uguali, di permettere una deregolamentazione che apre le porte a cemento e speculazione.

“Dopo un’estate di red carpet per “valorizzare” la bellezza del territorio in Liguria ora per il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti è venuto il tempo di distruggere quella bellezza, inaugurando il red carpet del cemento”, scrive in un comunicato Pastorino, lanciando l’allarme per il documento in votazione in queste ore in consiglio regionale, il cosiddetto “Collegato al Bilancio”.

Secondo il deputato “L’ipotesi di eliminare come se niente fosse per numerosi casi la “Valutazione di impatto ambientale” (VIA) anche in aree sottoposte a vincolo paesaggistico è uno stupro nei confronti del nostro territorio. La deregolamentazione purtroppo serve solo a chi vuole speculare sulla Liguria, rovinandola più di quanto abbiano fatto le Giunte precedenti”.

Le critiche al documento di Pastorino si aggiungono alle accuse portate ieri in Consiglio comunale di Genova da Stefano Bernini, che ha denunciato una perdita di controllo sull’urbanistica da parte dei comuni.