Quantcast
A1 femminile

Rapallo, grande forza di volontà: battute le campionesse in caricarisultati

Al Poggiolino le gialloblù piegano per 6 a 5 il Plebiscito Padova

Rapallo Pallanuoto

Rapallo. Un Rapallo coriaceo, grintoso e determinato centra l’impresa e mette in cassaforte 3 punti importantissimi aggiudicandosi il match giocato oggi pomeriggio al Poggiolino contro il Plebiscito Padova campione d’Italia.

Vincono le gialloblù per 6-5 al termine di una partita sostanzialmente equilibrata, con difese attente e qualche errore di troppo in fase offensiva da entrambe le parti. La spuntano le padrone di casa con un gol di Carolina Marcialis sul finale del quarto tempo che mantiene il Rapallo nella parte alta della classifica e infonde un’iniezione di fiducia in vista della difficile trasferta a Catania della settimana prossima che precede la pausa campionato natalizia.

La grande forza di volontà è stata la nostra arma in più – commenta il tecnico Luca Antonucci –. Due giocatrici, Gragnolati e Marcialis, sono scese in campo con la febbre e Avegno è rientrata oggi dopo una settimana di stop causa influenza: nonostante questo le ragazze hanno dato una grande prova di carattere gestendo bene una partita complicata, dove il minimo calo di concentrazione avrebbe compromesso il risultato. Certo, abbiamo commesso parecchi errori e c’è ancora molto da lavorare, in più al Padova mancavano due pedine importanti e non sarà la stessa squadra che vedremo nella seconda parte del campionato, ciò nonostante portiamo a casa tre punti pesantissimi soprattutto in vista della trasferta a Catania contro l’Orizzonte. Complimenti a tutte le ragazze!”.

La cronaca. Primo tempo. Sblocca il risultato Gottardo per il Padova, con un pallonetto che supera Lavi. Raddoppia ancora la numero 4 delle biancorosse: sciarpa al centro e rete 0-2. Accorcia Van der Graaf con una rasoiata che si insacca alle spalle di Teani. Occasione per il Rapallo sul finale di tempo in superiorità: la conclusione di Marcialis è potente ma centrale e non impensierisce Teani. Bella azione delle gialloblù ad una manciata di secondi dalla sirena, la traversa respinge il tiro di Van der Graaf ma le rapallesi non demordono e vanno a bersaglio con Avegno: 2 a 2.

Secondo tempo. Il Rapallo passa a condurre: Marcialis dalla distanza trova l’angolino alla sinistra di Teani ed è 3-2. Dalla parte opposta Lavi si supera e sventa il pareggio del Padova parando il rigore tirato da Barzon. Salgono le campionesse d’Italia in carica: è il palo a respingere la conclusione del capitano del Setterosa ed ex gialloblù Queirolo. Invece Gottardo trova il pareggio e la terza rete personale. Passano avanti le biancorosse a 6’51” con Gottardo in superiorità: 3-4.

Terzo tempo, difese serrate e squadre che faticano a trovare spazio nonostante qualche ghiotta occasione da entrambe le parti. La frazione si conclude senza variazioni al risultato.

Quarto tempo e il Rapallo trova finalmente il pareggio con una bella rete di Carolina Marcialis a 30″; il Padova torna però poco dopo una lunghezza avanti con Gottardo. Liguri ancora in attacco: staffilata della mancina Cuzzupè che non lascia scampo a Teani ed è 5 a 5. Tensione che si alza, Rapallo in vantaggio a 6’11” con Marcialis in superiorità. Queirolo colpisce l’ennesima traversa per il Padova, scorrono i secondi e le padrone di casa esultano.

Per il Rapallo è la quarta vittoria in campionato, che vale l’aggancio alle stesse venete in seconda posizione.

Il tabellino:
Rapallo Pallanuoto – Lantech Plebiscito Padova 6-5
(Parziali: 2-2, 1-2, 0-0, 3-1)
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta, Gragnolati, Avegno 1, Marcialis 3, Sessarego, D’Amico, Giustini, Van der Graaf 1, Cuzzupè 1, Genee, Gagliardi, Gaetti. All. Antonucci.
Lantech Plebiscito Padova: Teani, Barzon, Savioli, Gottardo 5, Queirolo, Casson, Millo, Dario, Sohi, Cardillo, Nencha, Mazzolin, Giacon. All. Posterivo.
Arbitri: Pascucci e Scillato.
Note. Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Rapallo 1 su 9, Padova 2 su 7 più 1 rigore fallito.

leggi anche
Nicole Zanetta
A1 femminile
Rapallo ospita il Plebiscito campione d’Italia, Zanetta: “Dovremo essere molto attente”