Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pessima partenza, Rapallo non si riprende più e cede 14 a 9 alla SIS Roma risultati

Luca Antonucci: "Il problema è sempre lo stesso: il calo di concentrazione, soprattutto in fase iniziale"

Rapallo. Non riesce l’impresa al Rapallo. Sono le padrone di casa della SIS Roma ad aggiudicarsi per 14 a 9 il match giocato oggi pomeriggio al Foro Italico.

Decisivi i primi due tempi, con il Rapallo che non parte con il piglio giusto e va subito sotto di quattro lunghezze che diventano cinque al termine del secondo tempo. Le gialloblù provano a rientrare in partita dopo il cambio campo e in parte ci riescono, portandosi sul 10-7 a metà del terzo tempo chiuso con parziale a favore e facendo vedere buoni spunti nella seconda parte del match. La formazione giallorossa fa però valere la sua esperienza e non cede al ritorno ligure, gestendo bene il vantaggio fino alla sirena finale.

Partita girata subito male per noi, nei primi due tempi non siamo riusciti ad imporre il nostro gioco mentre la Roma ha azzeccato tre conclusioni incredibili sul palo-gol che hanno fatto virare il match subito dalla sua parte – commenta il tecnico Luca Antonucci –. Quando ci siamo svegliate il gap era troppo grande da colmare pur riuscendo ad avvicinarci: purtroppo anziché segnare il gol del meno 2 abbiamo subito quello del meno 4 e a quel punto rimetterci in partita era difficile. Il problema è sempre lo stesso: il calo di concentrazione, soprattutto in fase iniziale. Dobbiamo imparare dagli errori commessi, posto che abbiamo perso da una grande squadra costruita per vincere lo scudetto, quindi onore alla Roma“.

La cronaca. Primo tempo, apre le marcature la Roma in superiorità con Picozzi: Lavi tocca la palla ma non trattiene. Pareggia Avegno con un tiro dalla distanza che inganna il portiere giallorosso Sparano. Ancora avanti le padrone di casa a 6′ e secondo gol personale per Domitilla Picozzi. Roma a più 2 a 1’20” per un errore difensivo delle gialloblù che lasciano spazio a Tabani in zona uno e la numero 2 giallorossa non sbaglia. Sul finale di tempo ancora Tabani si inventa un gol da biliardo: tiro che colpisce il palo interno a destra di Lavi e si insacca in porta per il 4-1. Calo di concentrazione per le gialloblù e la Roma ne approfitta per incrementare il vantaggio: il tempo si chiude con la rete di Sinigaglia per il più 4.

Secondo tempo. Rapallo che prova a rientrare in partita e centra la seconda rete in superiorità dopo un bello scambio tra Marciali e Van der Graaf che conclude superando Sparano. Risponde dalla parte opposta Gual, palo-gol e giallorosse sul 6-2 che incrementano poco dopo con l’ex rapallese Tankeeva: rete d’esperienza dal centro e 7 a 2. Time-out del coach Formiconi, l’azione riprende con la Roma in attacco e la conclusione di Tabani in superiorità che non sbaglia. Guizzo del Rapallo in fase offensiva, ci prova Carolina Marcialis ma il tiro da difficile posizione non impensierisce Sparano. Dopo il time-out chiesto dal tecnico Antonucci su espulsione temporanea a favore del Rapallo, Lavi e compagne provano a ritrovare il bandolo della matassa e riescono ad accorciare con un bel gol di Gragnolati.

Cambio campo. Rapallo chiamato a tirare fuori tutte le forze fisiche e mentali per rientrare nel match ma è la Roma ad aprire le marcature nel terzo tempo con Gual dalla distanza. Accorcia l’olandese Van der Graaf, poi è ancora Roma con Sinigaglia per il 10-4. La grinta di Arianna Gragnolati non perdona e le ospiti si portano sul meno 5, poi ci pensa Nicole Zanetta a tenere vive le speranze gialloblù con il gol del 10-6.

Liguri che aprono finalmente una breccia e si avvicinano sempre più alle avversarie: ottimo score realizzativo in superiorità numerica per il Rapallo che non sbaglia con Avegno dopo il time-out ed è 10 a 7. Ferma la striscia positiva gialloblù Gual che trasforma un rigore e riporta la Roma sul più 4. Bravissima Gagliardi, 16 anni appena, a conquistare un rigore importante per il Rapallo sul finale del tempo: lo trasforma Avegno. Si riporta a distanza di sicurezza la formazione capitolina: Galardi serve Picozzi che supera Lavi per il 12-8.

Quarto tempo. Ci prova ancora Gaia Gagliardi, beduina che si stampa sul palo. Arriva invece dalla parte opposta la rete del centroboa giallorosso Galardi per il 13-8. Accorcia Genee, giro palla sull’uomo in più e conclusione dell’olandese che spinge in porta e trova la nona rete del Rapallo. Situazione che si complica ulteriormente per le gialloblù con l’uscita definitiva per limite di falli di Gragnolati e Marcialis. C’è ancora il tempo per la rete numero 14 della Roma in superiorità con Tabani.

Il tabellino:
SIS Roma – Rapallo Pallanuoto 14-9
(Parziali: 5-1, 3-2, 4-5, 2-1)
SIS Roma: Sparano, Tabani 4, Gual Rovirosa 3, Marani, Giovannangeli, Tankeeva 1, Picozzi 3, Sinigaglia 2, Galardi 1, Centanni, Giachi, Cellucci, Brandimarte. All. Formiconi.
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta 1, Gragnolati 2, Avegno 3, Marcialis, Sessarego, D’Amico, Giustini, Van der Graaf 2, Cuzzupè, Genee 1, Gagliardi, Gaetti. All. Antonucci.
Arbitri: Lo Dico e Valdettaro.
Note. Superiorità numeriche: Roma 5 su 9 più 1 rigore segnato, Rapallo 5 su 6 più 1 rigore segnato. Uscite per limite di falli Marcialis e Gragnolati nel quarto tempo. Ammoniti per proteste Antonucci alla fine del primo e Formiconi a metà del quarto tempo.