Quantcast
Com'è andata

Omicidio Sestri Levante, Ginocchio aveva provato a uccidere la sera prima: è lui l’esecutore, traviato dalla Barbosa

La coppia è stata arrestata all'alba di oggi dopo giorni di indagini, fondamentale l'analisi di diverse telecamere di sorveglianza

Genova. Ci ha provato per ben due volte Paolo Ginocchio a uccidere Antonio Olivieri. Il primo tentativo, la sera del 22 novembre, tra le undici e mezzanotte. L’uomo ha scavalcato un muretto sul retro dell’abitazione di Olivieri ed è andato a staccare la corrente per indurre la vittima a scendere nello scantinato per finire nella trappola mortale. Ma Olivieri, quella sera, dormiva già così Ginocchio è risalito in auto ed è tornato nell’abitazione di Cavi di Lavagna dove vive con la Barbosa. Alle 5 del mattino dopo si rimetterà in moto per Sestri Levante. Stessa tecnica ma questa volta Olivieri, che si era già alzato, ha visto la luce saltare ed è sceso nello scantinato cadendo nell’agguato mortale.

La ricostruzione degli investigatori, oltre alle rilevanze scientifiche, si basa sull’analisi di circa 24 ore di telecamere tra Sestri Levante e Cavi di Lavagna che hanno ricostruito i movimenti dell’auto dell’uomo, come ha spiegato in conferenza stampa la responsabile della sezione omicidi della mobile Cristina Fava.

A uccidere Olivieri sarebbe stato solo Ginocchio, mentre le 35enne brasiliana sarebbe la mandante morale: secondo gli investigatori della squadra mobile diretti da Marco Calì la moglie di Olivieri, per colpa del vizio del gioco, aveva un estremo e continuo bisogno di soldi e avrebbe traviato il nuovo fidanzato fino a indurlo a commettere l’omicidio.

Bruco, il degrado del fratello minore

I due sono stati arrestati tra le 2 e le 4 di questa notte su ordinanza del gip Borzone su richiesta del sostituto procuratore Pier Carlo Di Gennaro. Al momento dell’arresto non hanno detto nulla e domani mattina saranno interrogati dal gip per la convalida dell’arresto. Si trovano rispettivamente in carcere a Marassi e a Pontedecimo.

Sulla vettura di Ginocchio, sotto la ruota di scorta, è stata trovata anche una mazzetta di fascette nere e numerate da cui mancavano proprio alcuni ‘numeri di serie’ corrispondenti a quelle trovate al collo di Olivieri. Ancora non è chiarissimo se a uccidere Olivieri sia stato lo strangolamento, ma probabilmente i colpi alla testa dati con un oggetto tagliente e contundete sono stati fatali. L’arma non è stata però trovata.

leggi anche
omicidio olivieri sestri levante
Le indagini
Omicidio Sestri levante, arrestati ex moglie e nuovo compagno, lei lo ha spinto a uccidere
Bruco, il degrado del fratello minore
Il delitto
Omicidio di Sestri Levante, il verdetto dell’autopsia: “Olivieri è stato colto di sorpresa e ucciso da più colpi alla testa”
Bruco, il degrado del fratello minore
Indagini
Omicidio di Sestri Levante, la polizia alla ricerca della moglie di Antonio Olivieri
Bruco, il degrado del fratello minore
Le indagini
Omicidio Sestri Levante, fondamentali le telecamere. Ma Ginocchio insiste: “Quella notte dormivo”
omicidio olivieri sestri levante
L'ordinanza
Omicidio Sestri levante, il gip: “Barbosa priva di scrupoli, vendicativa e avida di denaro”
omicidio olivieri sestri levante
Gli interrogatori
Omicidio Sestri levante, Barbosa non risponde al gip. Ginocchio: “Non so chi abbia preso la mia auto”
omicidio olivieri sestri levante
Le indagini
Omicidio Sestri levante, nuovi sospetti su Gesonita Barbosa: avrebbe derubato l’anziano vicino di casa
omicidio olivieri sestri levante
Le indagini
Omicidio Sestri levante, il dna di Ginocchio su una delle fascette utilizzate per il delitto