Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Napoli-Sampdoria, una sconfitta (3-2) spettacolare risultati

La Samp (due volte in vantaggio) se la gioca fino in fondo, tanto che il pareggio non sarebbe stato di certo demeritato

Napoli. “Facciamogli un goal (al Napoli), poi si vedrà”, ha detto Giampaolo alla vigilia…  e per farlo ha scelto questa formazione:

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszyński, Silvestre, Ferrari, Strinić; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Caprari, Quagliarella.

cui Sarri, spalleggiato dai cinquantamila sugli spalti, ha opposto questa:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

Sarà dura … i bookmaker non hanno dubbi, confortati da una tradizione ormai da anni negativa, per i colori blucerchiati… sono lontani i tempi in cui San Pietro (Battara) si ergeva da protagonista al San Paolo…

Napoli in azzurro. Sampdoria in un blu “navy”… speriamo di “galleggiare” fino al triplice fischio di chiusura del signor Massa di Imperia

Alla faccia del galleggiare… prima che passino due minuti, Gastón Ramírez dipinge, da lontanissimo, una punizione all’incrocio dei pali, cogliendo di sorpresa Reina: Samp in vantaggio.

All’8° Callejon spunta alle spalle di Strinić, su lancio millimetrico di Insigne ed impegna Viviano in una bella parata in angolo.

All’11° stop e tiro, in una frazione di secondo, di Mertens… palla fuori di un pelo.

Al 15° Mertens, con un sospetto fallo, ruba palla a Barreto e serve Callejon, che costringe Viviano ad una super parata, ma Allan è lì, a metterla dentro (1-1), senza intervento del VAR.

Intanto arrivano due gialli, prima a Strinić e poi a Mertens.

Al 24° il Napoli ribalta l’azione, ripartendo da un fallo non fischiato su Ramirez e così Insigne può costringere Viviano alla parata in angolo.

Al 25° show di Ramirez, che ‘uccella’ Hysaj in area… l’albanese lo stende: rigore! E Quagliarella ha il coraggio di andare a batterlo, fra i fischi del San Paolo e soprattutto è capace a realizzarlo…. Samp di nuovo avanti (2-1).

Al 30° Quagliarella, in contropiede, si sfila sulla destra e il suo tiro sfiora il palo alla destra di Reina… bella partita!

Una Samp corta e compatta cerca di opporsi ad un Napoli stratosferico, che però riesce a strappare un pallone alla coppia centrale difensiva blucerchiata ed Insigne, assistito da Mertens, infila al volo Viviano (2-2).

Al 38° azione straordinaria degli azzurri… triangolazione Allan, Mertens, Hamsik, tutto di prima in area… è 3-2 per il Napoli.

Al 42° Mertens, in fuorigioco non fischiato, sfiora il palo…Sulla ripartenza Quagliarella segna, ma il suo netto ‘off side’ è segnalato dal guardialinee.

Nell’intervallo, il mister non potrà che complimentarsi con i suoi ragazzi ed invitarli a cercare di giocare allo stesso modo anche nella ripresa.

Si riprende col Napoli, che triangola con grande abilità di palleggio… la Sampdoria cerca di stare in partita… anche traccheggiando in difesa.

Al 51° un calcione di Mario Rui a Ramirez, gli vale il giallo.

Al 55° fuori Jorginho, dentro Diawara… una mossa di Sarri per contrastare un Ramirez, particolarmente in palla.

Al 56° ammonizione generosa a Viviano, per ostruzione ad Allan fuori area… Massa, arbitro ligure non fa sconti… non solo al portiere genovese, ma nemmeno a Torreira, che si vede sventolare il giallo, su un contrasto corretto con Albiol.

Al 64° Callejon affossa Praet in area… Niente per Massa e i suoi collaboratori…

La Samp gioca con personalità, arrivando spesso in area avversaria, dove manca la fisicità di Duván Zapata.

Al 69° solito cambio ‘sarriano’: esce Hamsik, entra Zielinski; mentre poco dopo Verre (subito ammonito da Massa) sostituisce Barreto e Kownacki prende il posto di Fabio Quagliarella… servono forze fresche per cercare di risalire la china…

Prima del cambio, il capitano del Doria ci prova da lontano (fuori), poi esce fra gli applausi ‘riparatori’ di tutto lo stadio.

Al 76° Mario Rui entra fuori tempo, in scivolata, su Kownacki e si prende il secondo giallo: espulso. Napoli in inferiorità numerica per 14 minuti più recupero.

Al 79° entra l’ex blucerchiato Maggio per Insigne… Sarri decide di difendersi…

All’81° Viviano respinge con sicurezza una punizione di Mertens, mentre Ramirez viene ammonito per proteste.

Dall’83° Samp a trazione anteriore, con Zapata al posto di Strinic… Giampaolo le prova tutte, persino Praet a difendere basso sulla fascia sinistra…

Il Doria preme, schiacciando il Napoli nella sua metà campo, tra i fischi del pubblico impaurito… che respira solo quando Mertens, in contropiede, si fa stoppare da Viviano, pur essendo ormai solo davanti a lui… sarebbe stato troppo!

Vince il Napoli… perde la Samp, ma così si può anche perdere… onore al merito.