Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Meteo Liguria: Libeccio, mareggiate e pioggia prima dell’artico previsioni

Da una parte i cieli sereni del genovese occidentale, savonese e imperiese, dall’altra l’atmosfera grigia-uggiosa del genovese orientale e dello spezzino, bersagli del Libeccio

Più informazioni su

Liguria. Correnti di matrice atlantica ancora protagoniste della scena ligure, e domani un moderato impulso perturbato recherà qualche pioggia sul medio-levante regionale, avverte Limet mentre nel fine settimana nuovo appuntamento con l’artico.

Umidi flussi oceanici seguitano ad introdursi sul bacino del Mediterraneo, apportando condizioni meteo spiccatamente variabili sulla nostra regione dove, dalla giornata di martedì, sole e nubi non cessano di contendersi la scena; il tutto in un contesto termico grossomodo coerente con il calendario.

Oggi la giornata trascorrerà sulla medesima lunghezza d’onda con, da una parte, i cieli pressochè sereni del genovese occidentale, il savonese e l’imperiese, dall’altra l’atmosfera grigia, ed a tratti anche piuttosto uggiosa, del genovese orientale e dello spezzino, veri e propri bersagli delle forti correnti di Libeccio in risalita dal Tirreno, foriere di blande note instabili.

Note instabili che tenderanno ad acuirsi, a partire da questa sera, e ancor di più dalla prossima notte, con l’insorgenza dei primi deboli piovaschi o rovesci in prossimità dei rilievi. Saranno gli anticipi di un moderato impulso perturbato di matrice atlantica, che nella giornata di domani, venerdì 15, si renderà responsabile di piogge diffuse, ma dall’intensità piuttosto contenuta, sulla porzione medio-levantina della regione.

Da domani sera il furente Libeccio cederà progressivamente il testimone a più secche correnti nord-occidentali, vettori per nuove masse d’aria fredda, di estrazione artica. In conseguenza di ciò, un fine settimana decisamente invernale dal punto di vista termico, ma proporzionalmente accondiscendente dal punto di vista fenomenologico, l’ideale per una gita fuori porta nel nostro entroterra.