Rimonta incredibile

Il Mariscotti rischia grosso, ma è campione d’invernorisultati

La squadra di Tumminello va sotto di due reti, sbaglia un rigore, ma rimonta e vince sull'Olimpia. Anpi senza problemi con il Pontecarrega. Casellese: piccoli segnali di ripresa.

Situazione di classifica invariata al vertice, nel campionato di Seconda categoria, girone D. La Guido Mariscotti si impone 2-3 sul campo dell’Olimpia e si conferma prima della classe, nonché campione d’inverno. E dire che i biancorossoblù fanno di tutto per non vincere la gara, o forse è l’Olimpia che gioca un primo tempo cinico e attento.

I biancoazzurri infatti all’intervallo sono avanti 2-0 grazie alla doppietta di Zero che apre e chiude il periodo di gioco segnando al 5° ed al 46°.

Nel secondo tempo la partita si gioca praticamente a una porta sola. Al 60° Mattiucci riapre i giochi, ma quando, cinque minuti dopo, sbaglia un calcio di rigore, sembra che non sia giornata per il Mariscotti. Invece nel finale esce fuori Ercolani che con una doppietta ribalta il risultato e conferma la forza del Mariscotti.

Non molla alle sue spalle l’Anpi Casassa che vince contro il Pontecarrega senza grande fatica. Gol dei biancorossi che arriva presto, al 10° con Hanuman al quale fa seguito il rigore di Incandela poco prima della pausa. Tegola per il Pontecarrega che capisce non essere la sua giornata, quando resta in 10 per l’espulsione di Spinetti, autore del fallo da rigore.

Nel secondo tempo gli ospiti controllano agevolmente la partita e colpiscono altre due volte con Badamassi, subentrato a gara in corso che si toglie la soddisfazione di firmare una doppietta.

Con il Rossiglione fermo per campo impraticabile (rinviata la gara contro il Mele), l’Atletico Quarto sale al terzo posto grazie alla vittoria di misura sulla Bolzanetese. Rete decisiva di Converti al 75° che prolunga il momento di difficoltà della squadra biancoarancioblù. Sale anche il Masone che vince a Casella, una partita non semplice che i padroni di casa giocano bene. Al 16° infatti Pittaluga segna, a sorpresa il gol del vantaggio Casellese, al quale replica alla mezzora Rotunno su punizione. Nella seconda parte di gara la Casellese perde uno dei suoi uomini di punta, Marradi per espulsione, ma tiene il pari. Solo un guizzo dell’esperto Rotunno riesce a violare il fortino dei padroni di casa, che comunque hanno dimostrato di avere fatto dei buoni passi avanti. Il girone di ritorno metterà a disposizione tanti punti per la corsa salvezza.

Il Campi si aggiudica lo scontro diretto contro la Don Bosco con merito, grazie ad una partita attenta e a tre reti che non lasciano adito a dubbi. I primi due gol colpiscono a freddo i granata. Infatti Danovaro segna al 3°, mentre Basurto raddoppia al primo minuto del secondo tempo.  A questo poi si aggiunge l’espulsione di Medulla al 60° che costringe la Don Bosco ad un’impresa impossibile, anzi al 63° Basurto con la doppietta personale chiude definitivamente i conti. Piccola soddisfazione per Carello, entrato dalla panchina granata, che segna la rete della bandiera per i salesiani.

Infine si conclude 1-1 Mura Angeli – Carignano, con i padroni di casa in gol con Cepollina al 20° e gli ospiti che agguantano il pareggio con un calcio di rigore di Arvieri al 70°. Mura che resta fuori dalla zona playout e potrà passare un fine anno più sereno, mentre i gialloblù restano a metà classifica.