Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mariscotti e Anpi calano il tris; Rossiglionese fermata dalla neve risultati

Identico risultato per le squadre che guidano il campionato e restano separate da 3 punti. Vittorie scaccia crisi per Olimpia e Masone

La Guido Mariscotti non si ferma e nel match che metteva di fronte la prima contro l’ultima della classifica di Seconda categoria, girone D, la Casellese, i biancorossoblù prevalgono, ma non così facilmente quanto la graduatoria avrebbe fatto pensare alla vigilia dell’incontro. La partenza del Mariscotti è comunque bruciante e al 3° Tall marca visita e porta in vantaggio i suoi.  Al 35°, però Repetto ribadisce agli ospiti e trova l’1-1.

Nel secondo tempo invece il divario di classifica esce fuori e Renna al 55° infila Mangini per il nuovo vantaggio ospite. La Casellese ha il pregio di non crollare psicologicamente e cerca di rientrare in partita. All’80°, però la gara viene chiusa da Tumminello, entrato in campo a gara in corso bravo a sfruttare una difesa casellese ormai sbilanciata e sfilacciata. Termina 1-3 per il Mariscotti che si conferma leader della categoria, ma la Casellese mostra segni di ripresa.

Prosegue nel suo incedere vittorioso anche l’Anpi Casassa che con identico punteggio del Mariscotti, si impone sulla Don Bosco e resta a -3 dai rivali, ma allunga sulla Rossiglionese fermata dalla neve (la gara con il Carignano è stata rinviata per l’impraticabilità del campo).

Giornata da ricordare per Badamassi che sigla una doppietta nella settimana in cui aveva subito un grave lutto familiare e tutta la società biancorossa si stringe intorno al numero 11. Proprio l’esterno ospite apre e chiude le danze, con un tiro imprendibile al 19° e con un secondo guizzo al 60°. In mezzo ci sono il pareggio momentaneo dei salesiani con Medulla che sfrutta l’errore in uscita di Bernini per insaccare a porta sguarnita e il gol di Incandela a inizio ripresa che trasforma un calcio di rigore guadagnato proprio da Badamassi.

Stesso punteggio anche per Masone e Olimpia che ottengono entrambe tre punti in trasferta e tornano a vincere dopo risultati non esaltanti per tutte e due le compagini. I valligiani sbancano Bolzaneto grazie ad una gran bella prestazione. Risultato mai in discussione con la doppietta di Rotunno che arriva al 6° ed al 12° che spiana la strada ai biancocelesti. Poi la Bolzanetese reagisce e tenta di tornare in gara, ma la difesa del Masone tiene bene, resiste e colpisce altre due volte con Luca Pastorino e Macciò che a dieci minuti dalla fine completano l’opera. La rete di Pascale al 90° serve ai padroni di casa per rendere meno indigesto l’amaro boccone odierno.

Più equilibrata la gara dell’Olimpia con il Pontecarrega che cede solo nel finale di partita dopo più di un tempo a reti bianche. A sbloccare il tabellino è una rete bellissima di De Agostino che si smarca a spedisce la palla sotto l’incrocio da lunga distanza. Passano tre minuti e Balletto pareggia. La gara torna in equilibrio fino al 70° quando è proprio Balletto che cercando di liberare l’area, colpisce male e spedisce la palla dentro la propria porta. La rete consente all’Olimpia di chiudersi, gestire e colpire un avversario in pressione, ma spesso scoperto. Così all’80° Tiedo e all’85° Locicero, mettono i titoli di coda al confronto.

Pareggiano invece Mele e Atletico Quarto che si dividono la posta in palio con l’1-1 che porta le firma di Carpignano e Vinciguerra. Stesso risultato tra Mura Angeli e Campi con i padroni di casa che passano in vantaggio con un rigore di Cepollina al 35°, al quale risponde, appena 5’ dopo Lezziero.  Risultato poco utile ad entrambe le squadre e non modifica granché la classifica.