Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Athletic vince in extremis. Dietro, però non mollano le inseguitrici risultati

A San Cipriano la partita si decide nel recupero. Tengono il passo Rivasamba, Baiardo e Golfo Paradiso

L’Athletic Club era già certo del titolo di campione d’inverno per il girone B di Promozione, ma la vittoria in extremis contro il San Cipriano nel turno natalizio sicuramente permetterà ai gialloneroverdi di tornare in campo dopo la pausa con nuove energie e la consapevolezza di avere disputato un girone di andata davvero importante.

A San Cipriano non è stata affatto facile passare. I padroni erano motivati dalla necessità di fare punti salvezza, dalla voglia di chiudere il 2017 in positivo e dal pubblico che chiedeva 3 punti. D’altra parte i primi della classe non dovevano sbagliare visto che alle loro spalle gli inseguitori non hanno intenzione di rallentare.

Primo tempo in cui le occasioni non sono molte, ma l’Athletic sfiora il gol con Aprile, il cui tiro si stampa sulla traversa e poi con Ilardo il quale trova invece un efficace risposta di Camilleri. Nel secondo tempo invece cambia tutto perché il San Cipriano alla prima occasione passa, colpendo a freddo l’Athletic. Raiola ruba palla e vola in contropiede, mentte dentro e trova Villa che non sbaglia e firma il gol del vantaggio biancoceleste.

Ospiti che spingono nel resto della gara e pareggiano meritatamente al 75° con Fassone. Il fantasista genovese si accentra e mette la palla sul palo lontano. Nulla da fare per Camilleri.  Come detto il finale, poi è amaro per i locali che al 93° devono piegarsi sul tiro di Di Pietro, bravo ad agganciare la respinta di Camilleri su corner, e calciare piazzando la sfera nell’angolo basso. Buon San Cipriano comunque, che ha difettato forse di un po’ di personalità.

Come suddetto, le inseguitrici non fanno regali neanche a Natale. Il Rivasamba passa contro la Goliardicapolis grazie a un calcio di punizione di Arnulfo al 78° e riesce a portare via tre punti sudati. Un gol solo anche per il Baiardo che vale 3 punti contro il Real Fiumaretta. Lo realizza Provenzano al 62°, ma è un gran gol. Palla che l’attaccante calcia di potenza, ma anche precisione, mandandola a sbattere sulla parte interna del palo e poi in porta. Più chiara la vittoria del Golfo Paradiso che in casa si aggiudica il match contro il Casarza. Recchelini che dominano per larghi tratti, passano al 43° con Sanna che ribatte una respinta corta di Assalino su cross di Musico.

Ad inizio secondo tempo i biancocelesti hanno a disposizione un calcio di rigore per chiudere i conti, ma Paterno si fa ipnotizzare da Assalino che para. Poco dopo Musico colpisce un palo con una conclusione dopo una bella serpentina. All’85° il meritato raddoppio è di Paterno che da due passi non sbaglia.

Parità fra Magra Azzurri e Little Club che si dividono la posta in palio con un botta e risposta. Al 20° Corallo porta in vantaggio i grifoni, ma due minuti dopo Shqypi trova il gol del pari. 1-1 che rispecchia una classifica che resta molto interessante per entrambe, anche se gli spezzini hanno perso un po’ di strada in chiave playoff.

Tanto rammarico per il Real Fieschi che ad Ortonovo si illudo con un primo tempo giocato alla grande e arricchito dai gol di Mangini, autore della doppietta che manda le squadre al riposo sullo 0-2. Al rientro, però sale in cattedra Verona anch’egli protagonista con una doppietta. Primo gol al 47°, cruciale per i padroni di casa che poi si gettano in cerca del pari, trovato al 60°. Real Fieschi che chiude il 2017 con tanto rammarico.

Male la Ronchese ancora sconfitta e amaramente ultima che in più deve accusare un ko contro una diretta rivale per la salvezza. A La Spezia contro la Don Bosco i salesiani prevalgono 2-1, staccando di ben 7 punti i rossoblù. Anselmo è mattatore di giornata con la doppietta al 27° e 60° . Al 65° Ratto rianima i suoi, che cingono d’assedio nel finale l’area spezzina, ma sono imprecisi e sfortunati (Nicolini colpisce anche una traversa).

Infine il Cadimare si aggiudica il derby levantino contro il Forza e Coraggio. Vantaggio di Biasi al 7° che poi cinque minuti fallisce il rigore del possibile 2-0 con Mozzachiodi che para. Non sbaglia invece Pesare al 78° che dagli undici metri infila Negrari e fa 1-1. Passano cinque minuti e i cadamoti reagiscono con Agrifogli che batte definitivamente Mozzachiodi per il 2-1 che decide la gara.