Serie d

La Lavagnese si ritrova ed espugna Viareggio. Il Sestri Levante blocca la capolistarisultati

Bianconeri che infliggono il primo ko interno ai versiliesi. Corsari imbattuti al "Sivori". Ligorna: sconfitta a testa alta contro la Sanremese

Ultima giornata del girone di andata del campionato di Serie D, che ha visto le genovesi protagoniste e sostanzialmene decisive nella corsa per la vetta. Il Ligorna chiude il 2017 con una sconfitta davanti al proprio pubblico contro la corazzata Sanremo. Tuttavia i ragazzi di Monteforte giocano una buona gara, confermando quanto di bello visto sin qui e che permette ai biancoblù di avere una classifica di tutto rispetto e che permette, nonostante gli scongiuri del tecnico genovese, comunque di sognare.

A Genova il primo tempo si gioca su buon ritmo, ed è equilibrato con occasioni da una parte e dall’altro. All’11° Lo Bosco ci prova dalla distanza, ma spara alto. Due minuti dopo risponde Cantatore che entra in area e calcia, Gavellotti respinge. Ci prova anche Oneto, ma l’estremo difensore matuziano è ancora reattivo. Sul fronte ospite è sempre Lo Bosco a cercare di sbloccare il parziale con un tiro che non esce di molto.

Nella ripresa sale in cattedra Lauria capocannoniere del campionato, che sarà decisivo dopo un primo tempo in ombra. Prima chiama Fenderico alla parata a terra. Poi, al 50° riceve al limite dell’area e lascia partire una fiondata che si infila nell’angolo lontano. Nulla da fare per Fenderico. Il Ligorna comunque prova a rientrare in gara, ma la Sanremese si chiude bene e dimostra la propria superiorità tecnica con un palleggio che alla lunga fiacca i biancoblù. Finisce 0-1, ma il Ligorna dimostra ancora una volta di potersela giocare sostanzialmente con tutte.

L’anno della Lavagnese non è ancora finito invece visto che venerdì prossimo è attesa dal recupero interno contro lo Scandicci. Di certo, però i bianconeri arriveranno al big match con un animo rinfrancato dato che nell’ultima trasferta ritrova la vittoria e lo fa sul campo del Viareggio, una delle favorite del campionato che non aveva mai perso in casa. In un derby fra bianconere,

Il Viareggio cerca subito di imporre il proprio ritmo, tenendo i liguri spesso nella propria metà campo e trova due occasioni ravvicinate con Alluci e Andreani, ma nella prima la palla esce alta, mentre nella seconda Nassano c’è e blocca a terra. Con i toscani che attaccano, gli ospiti si affidano a rapidi ripartenze che trovano quasi sempre impreparati gli avversari. Corsini infatti in una ripartenza ci prova dal limite, ma la traversa gli dice di no.

La Lavagnese si rianima e al 27° Fonjock prende palla, serve Frugoli il quale prende la mira e la infila nell’angolo lontano per il vantaggio che è una doccia fredda per i versiliesi che non riescono più a impensierire Nassano per tutto il primo tempo. Al rientro in campo i liguri cercano di sfruttare il momento emotivo degli avversari, ma Corsini e Frugoli non trovano la potenza giusta. Superata la crisi, il Viareggio reagisce ed al 68° Galligani scende sulla fascia e serve l’accorrente Vanni che insacca in corsa il gol dell’1-1.

A questo punto sono i padroni di casa che provano a sfruttare il momento a loro favorevole, trovando, però una Lavagnese coriacea che riesce a tenere duro in difesa e a superare il contraccolpo psicologico. Così all’81° Frugoli si esibisce in una splendida azione personale, scappando via palla al piede eludendo metà squadra avversaria. Entrato in area punta e salta Cipriani che lo stende.

Dal dischetto va lo stesso Frugoli che non sbaglia e riporta avanti la Lavagnese che poi, pochi minuti dopo è cinica e sull’ennesima ripartenza Corsini finalmente trova il varco ideale per firmare il tris che vale tre punti davvero d’oro.

Risultato davvero pesante anche per il Sestri Levante che fa valere ancora una volta la legge del “Sivori” e blocca sull’1-1 la capolista Ponsacco, tenendo contemporaneamente aperto il campionato visti i risultati delle altre squadre impegnate nell’inseguimento della prima della classe. Un punto che arriva grazie ad una prova di grande carattere e mantiene la casa dei corsari ancora priva dell’onta della sconfitta. Partita molto equilibrata che si sblocca solo al 78° quando Mariani fa tutto da solo, saltando un avversario e spedendo la sfera sul palo lontano. Sembra un gol decisivo con pochi minuti a disposizione dei rossoblù per rientrare in gara. Invece arriva un rigore che Ianniello non sbaglia e fissa il risultato sull’1-1.