Acciaio

Ilva, la Fiom genovese al governo: “La responsabilità di Emiliano non può ricadere su 14 mila lavoratori”

Ancora grande incertezza anche a Genova e Novi Ligure per via dei ricorsi che vedono il contrasto tra Mise e Regione Puglia

Genova. “Non è accettabile che il governo metta a rischio tutti gli stabilimenti dell’Ilva per un conflitto con la Regione Puglia. La responsabilità di un presidente di Regione non può ricadere su 14 mila lavoratori”. Questo il commento del segretario della Fiom genovese Bruno Manganaro alle parole del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda dopo la fumata nera nel vertice convocato dal Mise sull’ambientalizzazione di Taranto dove il governatore Michele Emiliano ha chiarito che non ritirerà il ricordo al Tar contro il piano ambientale.

La reazione di Calenda non si è fatta attendere: ha immediatamente annullato il tavolo previsto per il 22 dicembre con i sindacati nazionali per riprendere la trattativa sul piano industriale e ha dichiarato che se il Tar dovesse accogliere la sospensiva il 9 gennaio comincerà lo spegnimento degli impianti di Taranto. Manganaro ha anche ricordato come “gli impianti di Genova e Novi ligure possano continuare a lavorare se alimentati in modo alternativo rispetto a Taranto”.

La situazione si complica anche per Genova proprio nel giorno in cui sembrava arrivare una fumata bianca rispetto al tavolo sull’accordo di programma: “All’inizio del tavolo il ministro aveva fatto sapere al nostro rappresentante Rosario Rappa che i primi giorni di gennaio avrebbe convocato il tavolo con tutti i firmatari dell’accordo di programma, ma ora non sappiamo cosa succederà”.

Più informazioni
leggi anche
  • Si riparte?
    Ilva, settimana decisiva ma la Fiom genovese avverte: “O arriva tavolo su Genova o dopo le feste torneremo in piazza”
  • La lettera
    Ilva, le Rsu scrivono ai genovesi: “impensabile che a Cornigliano vadano solo 120 milioni”
  • Dopo il ricorso al tar
    Ilva, Calenda furioso con Emiliano: “Trattativa sospesa”. La Fiom: “Da governatore Puglia atto irresponsabile”
  • Il commento
    Ilva, braccio di ferro tra governo e Emiliano: Toti: “Spero che tutti facciano un passo indietro”
  • Cronaca
    Ilva, dietrofront del Governo: riconvocato al Mise il tavolo di domani
  • Da roma
    Ilva, c’è la data per Genova: il 17 gennaio incontro per l’accordo di programma