Quantcast
Solidarietà

Genoa, i giocatori come aiutanti di Babbo Natale in visita ai piccoli pazienti del Gaslini

Bertolacci: "Da padre è un'emozione particolare"

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. “A volte non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati, qui vediamo molti meno fortunati di noi che lottano ogni giorno e ci insegnano a combattere”. Andrea Bertolacci non nasconde l’emozione visitando con i compagni di squadra l’Istituto pediatrico Giannina Gaslini. Per Bertolacci però questa è stata una visita diversa rispetto a quelle effettuate in passato quando vestiva la maglia del Genoa.

“C’ero già stato ma ora ci entro da papà – ha detto il centrocampista – Quando sei genitore comprendi i sacrifici che si fanno per far crescere un figlio e questi genitori sono da esempio”.

Tra un sorriso, un selfie e un autografo il discorso è virato sul calcio. “Sono state tre partite molto difficili ma ci è tornato il sorriso con i sette punti raccolti. Sappiamo – ha proseguito Bertolacci – che la strada è ancora lunga. Adesso dobbiamo continuare con questa mentalità. L’Atalanta? Speriamo si siano stancati in Europa League ma mi farà piacere incontrare Gasperini con lui ho vissuto due stagioni bellissime”.

Più informazioni