Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Freddo a ponente, “caldo” a levante: Genova divisa a metà

l'anomalo andamento delle temperature registrato stamani dalla rete Limet

Genova. A Fabbriche, sulle alture di Voltri, in tarda mattinata la colonnina di mercurio segna 5 gradi, a Prà resta sotto i 10. Ma basta procedere verso levante e lo scenario cambia: in Darsena 12 gradi, a Sturla, alla stessa ora, 12.9° gradi, a Nervi 13.1°. Punta massima a Lavagna dove si sfiorano i 15 gradi.

E’ la fotografia anomala scattata dalla rete Limet: il territorio genovese diviso stamani a metà, con una differenza termica che si va assottigliando, ma che fin dalle 9 del mattino ha segnato una vera e propria spaccatura: da Sampierdarena a ponente 4 gradi, dalla Foce a levante 13.

Intanto continuano le piogge moderati/forti specie lungo la costa del savonese orientale e nelle vallate interne del levante, dove si registrano i maggiori accumuli: 120 mm Pezzonasca-Moconosesi
115.4 mm Casali di Borzonasca (Ge), 115 mm Pian dei Preti (Tribogna, Ge)
109 mm Loco di Rovegno (Ge)
104 mm Monte Laghicciolo. Ancora situazione critica per il fenomeno del gelicidio, avverte Limet, nelle vallate genovesi e savonesi, ma con temperature in lento aumento.