Quantcast
La fotografia

Economia genovese, riprendono i consumi ma crollano i croceristi (-11%) e le imprese giovani

Nel primo semestre l'economia genovese registra segnali positivi agevolati dal quadro macroeconomico generale più favorevole, ma ci sono alcune ombre preoccupanti

Sedi istituzionali e palazzi del governo

Genova. Nel primo semestre di quest’anno l’economia genovese registra segnali positivi agevolati dal quadro macroeconomico generale più favorevole. I dati del Cruscotto dell’economia genovese relativi al primo semestre 2017 sono stati pubblicati sul portale online della direzione Statistica del Comune.

Ai buoni risultati dei traffici portuali e dei flussi turistici si affiancano dati incoraggianti provenienti dal comparto imprenditoriale con la crescita delle attività avviate dagli stranieri e la ripresa della domanda interna con conseguenti riflessi sulla risalita dei prezzi.

La dinamica occupazionale è invece ferma anche se risultano in diminuzione le ore autorizzate di cig totali. Nel corso del primo semestre 2017 la dinamica tendenziale dei prezzi al consumo risulta in accelerazione: il tasso tendenziale si attesta a giugno a +1,6% superando il dato nazionale. Per quanto concerne il mercato del lavoro i dati del secondo trimestre 2017, confrontati con quelli dello stesso periodo dell’anno precedente, evidenziano che a livello regionale il tasso di disoccupazione scende al 9,3% con un calo di 1,3 punti su base annua restando ben al di sotto del dato nazionale (10,9%). Aumenta però il tasso di inattività, al 30,8%. Sostanziale stabilità del numero di imprese attive a Genova rispetto a fine 2016.

Consistente il calo delle imprese giovani (-8,4%), stabile l’imprenditoria femminile. Il traffico portuale, con particolare riferimento al movimento delle merci, registra nel primo semestre 2017 un aumento per imbarco (+9,8%) e sbarco (+6,9%).

Il traffico passeggeri diminuisce di 60 mila unità su base annua per il calo del numero dei crocieristi
(-11,3%). Buono l’andamento del comparto turistico: aumentano italiani (+5,5%) e stranieri (+3,7%). La Francia conserva il primato seguita da Germania e Usa. In forte aumento il numero di arrivi di russi (+34,8%) e cinesi (+25,3%), calano turchi (-28,6%) e polacchi (-15,4%). In crescita anche il numero di visitatori dell’Acquario di Genova che aumenta del 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Più informazioni