Pallavolo

Coppa Liguria: l’Admo si aggiudica la battaglia con il Cus Genova e va in finale

L'avversario dei lavagnesi sarà il Finale; in campo femminile la Virtus Sestri si giocherà in trofeo contro Carcare

Genova. Carcare contro Virtus Sestri tra le donne, Volley Team Finale contro Admo Lavagna in campo maschile. Saranno queste le due finali della Coppa Liguria 2017/18.

Le semifinali femminili si sono giocate sabato 23 dicembre al PalaDamonte di Cogoleto. Nella prima, l’Acqua Minerale di Calizzano Carcare ha battuto per 3 a 1 il Volare Volley, squadra di categoria superiore, attualmente terza in Serie C. Un risultato che la dice lunga sul valore delle biancorosse, prime in Serie D e destinate ad una stagione ricca di successi.

Le valbormidesi, tornate a giocare a Cogoleto sette giorni dopo la faticosa vittoria ottenuta in campionato, hanno ceduto il primo set per 18-25, poi hanno pareggiato i conti con un sofferto parziale di 26-24. Poi la squadra guidata da Marco Dagna e Sandro Loru ha fatto suo il match con un doppio 25-20.

Identico andamento ha avuto la seconda semifinale. La Maurina Strescino si è aggiudicata il primo parziale per 23-25. Poi la Virtus Sestri ha reagito e le biancorosse sono diventate padrone dell’incontro, vincendo per 25-19, 25-19, 25-14 sulle imperiesi.

In campo maschile, a Recco, ottima prestazione del Volley Team Finale. I ragazzi guidati da coach Giovanni Trotta sono partiti bene, superando in rimonta in 4 set l’Acli Santa Sabina: 22-25, 25-17, 26-24, 25-14.

Poi, opposti a quella che, se si osserva la classifica della Serie C, era la favorita del girone, lo Spedia, i finalesi hanno giocato una eccellente partita, riuscendo a vincere allo sprint tutti e tre i set, mostrando grande determinazione nei frangenti decisivi: una finale meritata grazie ai parziali di 29-27, 28-26, 32-30.

Ininfluente per la qualificazione l’ultimo incontro, vinto dallo Spedia per 3-1 sull’Acli Santa Sabina: 23-25, 25-16, 25-10, 25-19.

Nel girone B, giocato a Genova Marassi, la Sabazia, formazione che viaggia nei bassifondi della Serie D, ben poco ha potuto contro due forti compagini di Serie C. Il Cus Genova ha liquidato in 3 set i vadesi, anche se Grotto ha dovuto rinunciare ai suoi palleggiatori titolari; in regia ha giocato Compagno, mentre il coach nei tre set ha impiegato tutti i giocatori a disposizione compreso Di Maio che rientrava dopo più di un anno. Nella seconda sfida l’Admo Volley ha regolato per 3 a 0 la Sabazia: 25-16, 27-25, 25-15.

Tra Admo e Cus Genova è partita vera: quasi due ore ore di battaglia tra due squadre molto determinate. Gerry Grotto schiera Ricceri in diagonale ad Alloisio, Furgani e Viale schiacciatori, De Leo e Fiore al centro e Loconte libero. Cremisio risponde con Materno al palleggio e Rossi opposto, Lorenzo Garibaldi e Simone Brunengo schiacciatori, Repetto e Delpino centrali con Federico Garibaldi libero.

Primo set deciso dall’ottimo servizio dei lavagnesi con la ricezione del Cus in difficoltà: finisce 25-17. I genovesi reagiscono dal secondo parziale e la gara sale di livello: si vedono due set molto equilibrati, ma è il Cus ad avere la meglio. Nel secondo i biancorossi prevalgono per 25-22. L’Admo Volley nel terzo set si porta avanti sino al 23-21 ma subisce un pesante 0-4 sino al 23-25.

Nel quarto set in campo Simone Podestà in posto quattro a rilevare Simone Brunengo che partita dopo partita sta ritrovando la forma. Il Cus Genova sembra avere la gara in pugno e si porta avanti sin da subito. La svolta in casa Admo Volley arriva dalla panchina: prima Tomà rileva Lorenzo Garibaldi quindi Cremisio cambia la diagonale di regia inserendo Alessandrini e Pianigiani. Con il Cus Genova avanti 16-11 la gara sembra ormai chiusa ma un turno al servizio di Simone Podestà riapre i giochi. L’Admo Volley lotta su ogni pallone; Alessandrini serve al meglio Podestà e Tomà che vanno a segno con regolarità. I biancoverdi riescono a spostare l’equilibrio della gara e chiudono il set 25-21.

Nel quinto set Cremisio conferma in sestetto Alessandrini al palleggio, Pianigiani opposto, Podestà e Tomà schiacciatori, Repetto e Panesi al centro con Federico Garibaldi libero; una formazione giovanissima che riesce nell’impresa di tenere testa ai più esperti avversari. Set molto equilibrato dopo un avvio di marca cussina; l’Admo Volley sfrutta un turno al servizio di Federico Tomà e traccia il solco decisivo. Finisce 15-12 con la squadra lavagnese che vola in finale.

Il Cus Genova, detentore della Coppa Liguria, non raggiunge la finale dopo le tre vittorie consecutive ottenute nel 2015, 2016 e 2017, ma esce a testa alta.

leggi anche
  • Pallavolo
    Coppa Liguria: sabato in campo per le semifinali