Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allerta “infinita”, anche domani rossa a levante, arancione a Genova: preoccupano torrenti, gelo e mareggiate fotogallery

Entella esondato a Chiavari, strade e ferrovie bloccate nell'entroterra, scuole chiuse in molti comuni

Genova. Proseguirà anche domani la fase di maltempo in Liguria: la protezione civile ha diffuso un’allerta meteo diramata da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti previsionali.

Lungo la costa genovese e ponentina, quindi da Spotorno a Camogli comprese, nonché in Val Polcevera e Alta Val Bisagno, allerta ARANCIONE fino alle 9 di domani, martedì 12 dicembre, poi GIALLA fino alle 15. L’allerta resta ROSSA lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla fino alle 13 di domani martedì 12 dicembre (ARANCIONE sui bacini piccoli); poi tutti i bacini ARANCIONE fino alle 18 e GIALLA fino alla mezzanotte.

In Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia, allerta ROSSA SU BACINI MEDI E GRANDI fino alle 09 di domani martedì 12 dicembre (ARANCIONE sui bacini piccoli); poi tutti i bacini ARANCIONE fino alle 15 e GIALLA fino alle 21. Allerta GIALLA in valle Stura fino alle 9 domani, dove però sarà in vigore l’allerta NEVE fino alle 20 di oggi.

Maltempo 11 dicembre 2017 webcam

IL PUNTO DELLA PREFETTURA DI GENOVA. In ambito ferroviario sono interrotte le linee Genova – Ovada – Acqui e Genova – Arquata (via diretta). Per quanto riguarda i treni intercity sulle linee Genova-Milano e Genova-Torino, è attualmente attivo un servizio di trasporto sostitutivo in partenza da Genova Principe; è stato riattivato il tratto Genova Brignole–Ronco Scrivia, via Busalla; da Ronco Scrivia è stato attivato un servizio di bus sostitutivi fino ad Alessandria, da dove sarà possibile proseguire a Torino con treni. Da Ronco Scrivia è stato altresì attivato un servizio di bus sostitutivi fino a Voghera, da dove sarà possibile proseguire a Milano con treni.
In ambito autostradale la viabilità è regolare.
In ordine alla viabilità ordinaria, risulta interrotta l’Aurelia, per motivi precauzionali, al km 547 + 700 all’altezza di Arenzano e chiusa la strada del Turchino SP456, tra la località Fado e Mele e tra Masone e Mele.
A Genova è stata chiusa la sopraelevata tra piazza Cavour e zona Foce, in direzione levante, a causa di una tromba d’aria.
Si registrano altresì, difficoltà sulla SP226 nel tratto Busalla – Casella per presenza di rami caduti sulla carreggiata.
Ulteriori criticità si registrano a Masone e a Uscio per mancanza di corrente elettrica, dovuta alla caduta di alberi sulle linee.

SITUAZIONE: la Liguria continua a essere interessata da precipitazioni diffuse e persistenti, di intensità al più forte (36 mm/1h a Cabanne di Rezzoaglio), che hanno contribuito a saturare il territorio regionale, facendo misurare innalzamenti nei principali corsi d’acqua (a Panesi l’Entella è cresciuto di 2.40m in 3 ore), attualmente contenuti in alveo, anche se si segnalano i primi allagamenti nel Tigullio.

Nelle prossime ore sono attese le precipitazioni più intense, anche a carattere temporalesco, possibili fino al passaggio del fronte vero e proprio, che si affaccerà sul ponente ligure in serata, per transitare sulla Liguria durante la notte e nella prima parte di domani.

sala operativa allerta meteo

Complessa l’azione dei venti, già con raffiche fino a 165 km/h (in Val D’Aveto) e ancora previsti di burrasca forte: quelli da sud hanno interessato la regione da Genova al confine della Toscana, e da Albenga al confine con la Francia. In costa, in queste zone, le temperature sono comprese fra 12 e i 16 gradi; viceversa, fra Albenga a la Valpolcevera, prevale l’azione dei venti da nord, con temperature in costa fino a 3°C e ancora sottozero nell’entroterra, dove si sono verificate estese situazioni di gelicidio (istantaneo congelamento della pioggia a contatto di superfici con temperature negative) ancora in atto, e possibili fino a domani.

Il mare è ancora in crescita, con periodo – l’intervallo fra un’onda e l’altra – a Capo Mele già superiore a 8 secondi, altezza massima a 5.5 m (con punte di 7 metri) e altezza significativa di 3.2m: la mareggiata inizierà a interessare i due estremi della regione dal primo pomeriggio, convergendo verso il centro nella serata e nottata, fino alla prima parte di domani. Un elemento che ostacolerà il deflusso dei corsi d’acqua.

Spaventano fiumi e torrenti, come il Trebbia, il Lavagna e l’Entella, che esondato a Chiavari. Problemi anche a Riva Trigoso alla foce del Petronio (guardate qui). Situazione critica su molte strade dell’entroterra e non solo. Ecco il punto della situazione. Le ferrovie hanno accusato il colpo, da ormai la notte di domenica non è regolare il servizio tra la Lombardia e la Liguria.

Maltempo 11 dicembre 2017 webcam

Anche domani, martedì, molti Comuni hanno deciso di chiudere le scuole. Non quello di Genova. Mentre Chiavari, Sestri Levante, Santa Margherita e molti comuni dell’entroterra lasceranno bambini e ragazzi a casa. Qui un approfondimento.

Registrati diversi problemi anche a Genova, sulla viabilità ordinaria: sulla soprelevata, colpita da una tromba d’aria, e in Val Bisagno, dove un cipresso è crollato sulla strada.

A Genova, Amt informa che durante lo stato di allerta meteo arancione, dalle ore 9.00 alle ore 23.59, la metropolitana sarà in servizio sull’intera tratta Brin-Brignole; resteranno chiusi, dalle ore 9.00 e fino a cessata allerta, i due accessi della stazione metro di Brignole di via Canevari, gli ascensori all’interno della stazione metro zona Canevari e gli ascensori da piazza Raggi a corso Montegrappa. La stazione metro di Brignole sarà accessibile da piazza Raggi (Borgo Incrociati) e da piazza Verdi dai normali accessi.
Gli ascensori del sottopasso della stazione ferroviaria di Sestri Ponente, in via Puccini, resteranno chiusi fino a cessata allerta.