Antidroga

Agli arresti domiciliari, spaccia da casa: in una scatola aveva oltre 16 mila euro

L'indagine è stata portata a termine dalla polizia del commissariato di Prè, lo spacciatore abitava a Cornigliano

Genova. Un 31enne, di nazionalità albanese, agli arresti domiciliari per un precedente arresto per spaccio, è stato nuovamente arrestato per spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti del commissariato Pré, a seguito di un’attività d’indagine sullo spaccio nel centro storico, sono risaliti all’uomo quale probabile fornitore dei pusher al dettaglio. Individuata la sua abitazione a Cornigliano, gli agenti hanno proceduto ieri sera alla perquisizione domiciliare.

A precisa richiesta se detenesse droga in casa, l’uomo ha risposto negativamente. Il rinvenimento di diversi ritagli di cellophane, materiale di residuo del confezionamento delle dosi, ha però indotto gli operatori a ritenere che mentisse.

In un’altra stanza hanno trovato in un beauty su un armadio la somma di 16 mila euro in contanti e, in un’altra borsa, 10 pacchetti sottovuoto contenenti 180,72 grammi di cocaina e un bilancino di precisione. L’arrestato è stato portato in carcere a Marassi.

Più informazioni