Trasporti

Aeroporto, il Cristoforo Colombo guadagna la certificazione europea dell’Enac

Il documento attesta la piena conformità di infrastrutture, organizzazione e procedure aeroportuali rispetto ai requisiti previsti del nuovo regolamento comunitario

Genova. Il Cristoforo Colombo ha ottenuto la conversione del certificato di Aeroporto in ottemperanza alle nuove direttive europee. Enac ha ratificato il riconoscimento, a norma del regolamento europeo lo scorso 22 dicembre. Questo documento attesta la piena conformità di infrastrutture, organizzazione e procedure aeroportuali rispetto ai requisiti previsti del nuovo regolamento comunitario e conferma l’alto standard operativo dell’aeroporto di Genova.

La precedente normativa risalente al 2003 (Regolamento per la Costruzione e l’Esercizio degli Aeroporti), prevedeva la Certificazione di aeroporto sulla base dei requisiti previsti dal regolamento nazionale. Con l’entrata in vigore del Regolamento europeo, nel 2014, Enac ha avviato l’iter di conversione delle certificazioni per i principali aeroporti italiani.

“La conversione del Certificato di Aeroporto è un importante riconoscimento per la nostra società”, afferma Paolo Odone, presidente di Aeroporto di Genova.

Più informazioni
leggi anche
  • Bilancio e voli
    Aeroporto di Genova: nel 2018 si punta a oltre 1,5 milioni di passeggeri con aumento del 24%
  • Si vola
    Aeroporto Cristoforo Colombo, inizio anno positivo, con marzo i numeri potrebbero decollare