Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tutti i numeri della pioggia: l’analisi della prima perturbazione che ha colpito Genova previsioni

Il record delle precipitazioni è stato a Sciarborasca, la raffica di vento più forte nella frazione di Fontana Fresca, sopra a Recco: 120km/h

Più informazioni su

Genova. Il record delle precipitazioni è stato a Sciarborasca, dove sono caduti 15,4 mm di pioggia in soli 5 minuti, dalle 4.00 alle 4.05 e 32,6 mm in un quarto d’ora, tra le 2.15 e le 2.30 seguito, in questo primato, da Pian dei Ratti dove, tra le 7.00 e le 7.15 sono caduti 27,6 mm di pioggia.

Per quello che riguarda il vento, invece, la raffica più forte è stata nella frazione di Fontana Fresca, sopra a Recco, con una velocità di 120km/h anche se non sono mancate raffiche molto forti anche a Genova città con la velocità di 87 km/h a Punta Vagno alle 6.40.

Sono solamente alcuni dei numeri, solo quelli riferiti alla provincia di Genova, della fase perturbata caratterizzata dall’allerta gialla e poi arancione, scattata alle 18 di sabato 4 e conclusa alle 21 di domenica 5 novembre.

“Analizzando le due intere giornate – spiega, infatti, Arpal – notiamo come la convergenza dei venti che si è instaurata sul Mar Ligure già dal pomeriggio di sabato, abbia dato origine ai fenomeni più intensi che, poi, si sono verificati nella notte, fra mezzanotte e le 9 di domenica mattina”.

A livello regionale, quindi, le zone più colpite nelle 27 ore di allerta, sono state quella fra la parte orientale della provincia di Savona e quella occidentale della provincia di Genova. In sei ore a Urbe Vara Superiore sono caduti 289 mm di pioggia, con intensità massima oraria di 118 mm.

Per quanto riguarda i bacini, invece, quello che ha dato maggiori preoccupazioni è stato l’Orba che, a Tiglieto, si è innalzato fino a 4.63 metri e ha superato anche il livello idrometrico straordinario.