Quantcast
L'indagine

Sparatoria a San Quirico, il sospettato sarebbe un italiano: svolta nelle prossime ore fotogallery

Fascicolo al momento contro ignoti, ma la soluzione del giallo è alle porte

sparatoria a San Quirico e auto bruciate

Genova. C’è un sospettato per la notte da far west a San Quirico in Valpolcevera quando di fronte al civico 84 dell’’omonima via qualcuno ha prima incendiato un’auto e un’ora dopo sparato con un fucile calibro 12 al portone e alle finestre del palazzo. E contrariamente a quanto emerso nelle prime ore di indagine, non si tratterebbe di un giovane romeno, bensì di un italiano per di più tutt’altro che giovane. L’uomo sarebbe stato visto, con addosso un passamontagna, urlare “Ti ammazzo”.

La svolta è arrivata oggi dopo alcune perquisizioni eseguite nell’abitazione dell’uomo in seguito alle testimonianze delle stesse vittime, una famiglia romena.

Alla base dei dissidi, che sono sfociati nell’incendio e poi nella sparatoria, ci sarebbero comunque questioni legate alla piccola criminalità. Gli investigatori della squadra mobile, coordinati dal dirigente Marco Calì, mantengono al momento il più stretto riserbo. Al momento il fascicolo aperto dal sostituto procuratore Federico Manotti è contro ignoti e i reati ipotizzati sono quelli di incendio doloso e di spari in luogo pubblico. L’auto bruciata e le ogive sono stati sequestrati e analizzati.

leggi anche
sparatoria a San Quirico e auto bruciate
Le indagini
Auto bruciata e spari a San Quirico: la notte di follia riconducibile a screzi tra la comunità romena
sparatoria a San Quirico e auto bruciate
E' giallo
Far west a San Quirico, auto incendiate e un palazzo crivellato da colpi d’arma da fuoco
Incendio notte
Alle 3
San Quirico, due auto a fuoco nella notte e un portone crivellato di colpi: indaga la polizia, la causa forse una lite
sparatoria a San Quirico e auto bruciate
L'indagine
Sparatoria San Quirico, indagato un quarantenne italiano: la notte di follia a causa di un debito