Quantcast
Serie d

Il Sestri Levante riparte alla grande: poker al Montecatinirisultati

Vittoria fondamentale per i corsari che si impongono sotto il diluvio. Sospesa e rinviata Ligorna e Lavagnese

Varie Sport

Doveva essere una giornata calda per le genovesi impegnate nel campionato di Serie D, invece per Lavagnese e Ligorna, l’acqua ha letteralmente raffreddato gli spiriti. Sospesa e rinviata, probabilmente a mercoledì 15 novembre, quella che era iniziata come una partita molto intensa fra due squadre in salute e non lontane fra loro in campionato.

Inevitabile secondo il direttore di gara sospendere una partita che si stava giocando ormai in un acquitrino. La domenica di calcio per Ligorna e Lavagnese dura 32 minuti, prima che Zuffada da Sulmona, non decida che non vi siano più le condizioni per giocare. A questo punto le squadre erano sul punteggio di 1-1 con i biancoblù che stavano, però mettendo in difficoltà gli avversari dopo aver subito il gol al 9° per un intervento sfortunato di Gilardi che nel tentativo di anticipare l’accorente Basso su un cross, insacca la sfera nella propria porta.

Il pareggio arriva al 22° con Valenti che viene ben servito da Zunino in area e batte Nassano. Dieci minuti dopo, la sospensione che non viene accolta bene dai padroni di casa i quali stavano effettivamente viaggiando su ottimi ritmi, mentre per la squadra di Venuti la partita non si sarebbe dovuta neanche iniziare, d’altra parte l’arbitro non ha voluto neanche attendere prima di decidere per il rinvio. Male perché nel frattempo il meteo migliora fino a che addirittura non cessa di piovere, la gara quindi si sarebbe potuta sospendere in attesa degli sviluppi. Per le due compagini quindi si ritornerà forzatamente in campo in infrasettimanale.

La pioggia non ha risparmiato il levante genovese, così anche a Sestri Levante si è scesi in campo con tanti timori che le precipitazioni non potessero condurre ad un rinvio, ma la posta in palio per i corsari era molto alta contro il Valdinievole Montecatini in una gara da dentro o fuori. Inoltre ha retto molto bene il nuovo manto erboso dello storico impianto levantini. Due punti dividevano le compagini alla vigilia della partita del “Sivori” e per i rossoblù era una sorta di spareggio.

I ragazzi di Dell’Atti hanno risposto presente e sono scesi in campo con la consapevolezza di dover vincere e lo fanno sfoggiando probabilmente la migliore prestazione della stagione, quanto meno dal punto di vista dell’attenzione e della grinta. Di fronte una squadra che cercava nuova linfa dal tecnico appena arrivato, Gabriele Lazzerini che evidentemente non è riuscito a dare la scossa in appena 48 ore di lavoro.

Il vantaggio arriva presto con Ianniello che trova il varco giusto dopo aver mandato a vuoto l’estremo difensore ed al 14° fa 1-0. Il raddoppio arriva al 42° dopo un timido tentativo dei biancocelesti di rientrare in gara che porta Agrifogli a sfiorare il palo dopo che Confortini aveva pasticciato sul rinvio. Così dopo una bella combinazione sulla destra la sfera arriva a Ianniello che controlla un traversone e serve Angelotti che con il destro coglie l’angolino basso sorprendendo un  non impeccabile Montenegro.

Nella ripresa il Sestri controlla agevolmente, Raso dimostra di essere un difensore e non essere abituato a trovarsi nei pressi della porta avversaria quando in corsa calcia alle stelle da buona posizione. Sono solo le prove tecniche, però perché al 70° proprio il numero 3 rossoblù aggiusta decisamente la mira intervendo col pezzo forte: il colpo di testa. Angolo dalla sinistra e incocciata imparabile: 3-0.

Il poker lo cala Giordani allo scadere con un gol fotocopia al precedente, ancora un calcio d’angolo e l’intervento sul secondo palo del numero 5 locale batte Montenegro. Per i sestresi tre punti che sono ossigeno puro, considerando i risultati dagli altri campi. Nel prossimo turno, altra gara da non sbagliare contro la Rignanese.