Primo hurrà

Sampdoria Primavera, mister Pavan inizia con una vittoria

I giovani blucerchiati riscattano a Verona un brutto avvio di stagione, vincono 2-0 e rilanciano le possibilità di salvezza

Verona. Il cambio di panchina ha subito portato i suoi benefici effetti e così i giovani blucerchiati, ora guidati da Simone Pavan, al suo esordio sulla panchina della Primavera della Sampdoria, assaporano il primo successo in campionato, andando addirittura a vincere in trasferta, in casa dell’Hellas Verona, per l’occasione il Comunale di Vigasio.

Nonostante un avvio di marca gialloblù, la prima palla goal è doriana, con Balde che, al 14°, costringe il portiere veneto a un non semplice intervento… subito costretto al bis da un colpo di testa di Gomes Ricciulli.

E il vantaggio genovese arriva al terzo tentativo di fila, al 21°, quando il promettente Ejjaki devia in porta, un traversone dell’altra speranza blucerchiata, lo slovacco Tomic.

Al 29° esce per infortunio Doda e prende il suo posto Ferrazzo.

Poco prima dell’intervallo, Balde ha la possibilità di raddoppiare, ma la sua conclusione è troppo centrale.

Gli scaligeri cercano il pareggio per tutta la prima mezza ora della ripresa, senza però creare soverchi problemi a Krapikas, finché al 35° Balde si prende la rivincita sull’occasione sprecata nel primo tempo, andando a firmare il 2-0, dopo una bella azione personale.

Una boccata di ossigeno per tutto l’ambiente della Primavera, ma anche per la classifica, che vede sempre la Samp ultima, ma con un gap non più irrecuperabile da qui alla fine del torneo.

Sopra i 5 punti della Samp, si trova infatti la Lazio, con 8 e appena sopra, a 9, ci sono Bologna, Napoli, Udinese e lo stesso Verona.

Questo le formazioni scese in campo:
Verona (4-3-2-1): Borghetto; Nigretti, Baniya, Perazzolo, Corradini; Dentale (dal 46° Amayah), Danzi, Stefanec; Saveljevs (dal 79° Fiumicetti); Aloisi (dal 60° Felippe), Tupta

A disposizione: Bianchi, Galazzini, Tedesco, Righetti, Maistrello, Numerato, Toccafondi, Cherubin, Ansah

Sampdoria (3-5-2): Krapikas; Ejjaki, Veips, Oliana; Tomic, Tessitore, Scotti (dal 71° Gabbani), Baldé (dall’88° Yayi Mpie), Doda (dal 29° Ferrazzo); Gomes Ricciulli, Cappelletti

A disposizione: Hutvagner, Fido, Romei, Perrone, Aramini, Curito, Raspa.