Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piazza della Meridiana, anarchici contestano riprese del film su ‘Sole e Baleno’ foto

"I nostri compagni non avrebbero voluto diventare protagonisti di un film spazzatura". Imbrattato un furgone della produzione

Più informazioni su

Genova. Contestazioni anche a Genova per la produzione del film ‘Amor y Anarquia’ opera prima della regista Agostina Macri, figlia del presidente argentino e ispirata alla storia di Maria Soledad Rosas e del suo compagno Edoardo Massari, due anarchici accusati di ecoterrorismo per presunti sabotaggio contro la Tav Torino Lione e morti suicidi nel 1998.

Un gruppo di anarchici genovesi ha affisso uno striscione in piazza della Meridiana, dove si sta girando una scena del film, “Sole e Baleno non si vendono” e sta distribuendo volantini contro il film in cui si attaccano regista e produttori accusandoli sciacallaggio. Sul posto personale della Digos e del reparto mobile per garantire il lavoro della troupe. Imbrattato anche il cofano di uno dei furgoni della produzione.

Le riprese del film, che erano cominciate a Torino due settimane fa, sono state trasferite in fretta e furia a Genova proprio per le proteste degli anarchici, amici e compagni dei due ragazzi che si uccisero a distanza di pochi mesi, lui in carcere, lei agli arresti domiciliari

“Nel film come nel libro si parla in maniera distorta della storia dei nostri compagni e di chi quei giorni convulsi li ha vissuti sulla propria pelle – si legge nel volantino che viene distribuito – oltre ad averli uccisi, quasi vent’anni dopo il sistema vorrebbe farne un prodotto commerciale, rendendoli protagonisti di un film spazzatura. Sole e Baleno non avrebbero mai voluto essere protagonisti di un film, tanto meno loro compagni e le loro compagne”.

La contestazione di oggi segue quella avvenuta ieri a Cornigliano dove erano state realizzate alcune sequenze. Le riprese del film dovrebbero durare ancora diversi giorni in varie zone della città ma proprio per problemi di sicurezza non vengono rese note le location delle riprese.