Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Municipio Centro Est, nuovo regolamento per associazioni e patrocini

Genova. Il Municipio I Centro Est ridisegna completamente il mondo dell’associazionismo e dei patrocini municipali.

“Come Amministrazione Municipale crediamo moltissimo nel ruolo svolto dalle varie Associazioni presenti sul territorio e per queste ragioni abbiamo voluto scrivere una normativa che potesse essere semplice e chiara, ma che garantisse anche coinvolgimento e pari opportunità per tutti – così Andrea Carratù, Presidente del Municipio I Centro Est, in una nota a due mani – Con questo nuovo Regolamento abbiamo certamente regolarizzato in maniera strutturale i rapporti tra il Municipio e le Associazioni, improntando il tutto al principio  della trasparenza anche per quanto riguarda le iniziative”.

Soddisfatto anche Marco Ghisolfo che, oltre ad essere il Consigliere Delegato all’Associazionismo e al Volontariato, è anche l’autore materiale del nuovo Regolamento: “Sono contento che quanto ho proposto sia stato apprezzato dai Gruppi Consiliari di Maggioranza e che alcuni settori dell’opposizione non si siano posti in maniera ideologica al momento del voto. Io sono nato e cresciuto nel mondo dell’associazionismo e ben comprendo il ruolo strategico che le Associazioni svolgono nella realtà quotidiana: molto spesso sono l’unica presenza in certi ambienti dove il pubblico è completamente assente – continua Ghisolfo – n aspetto che mi piace sottolineare è l’istituzione della Consulta delle Associazioni che permetterà alle stesse di avere un canale diretto e istituzionale in cui esercitare un ruolo propositivo e dibattere su problemi di interesse municipale”.

“Questo Regolamento – concludono Carratù e Ghisolfo – entrerà in vigore il 1° Gennaio 2018 proprio per garantire la più ampia conoscenza, e crediamo così fortemente in questo progetto che sono già state inviate oltre duecento comunicazioni via e-mail allegando il nuovo Regolamento e nei prossimi giorni avviseremo via posta cartacea quei soggetti di cui non siamo in possesso di un indirizzo di posta elettronica”.