Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Movida, rinviati gli steward, Garassino: “Basta polemiche, progetto all’esame della prefettura”

Dopo le accuse lanciate dal sindacato di polizia Siap su presunte "ronde mascherate" e sulla mancata consultazione

Genova. “Mi sono fortemente stupito del comunicato del Siap perché il servizio che sarà svolto dall’associazione nazionale Carabinieri è lontanissimo da qualsiasi idea di ronda ma è, semplicemente, mettere a disposizione degli occhi in più per il buon andamento della movida”.

Dopo le accuse, lanciata dal sindacato di polizia Siap, di voler organizzare “ronde camuffate” nel centro storico, l’assessore alla sicurezza del Comune di Genova Stefano Garassino ferma le iniziative di steward nel centro storico, per una settimana, il tempo necessario per un passaggio istituzionale al Comitato per la sicurezza e l’ordine Pubblico, che si terrà nei prossimi giorni in Prefettura.

Le accuse arrivate dal sindacato hanno, quindi, convinto Tursi a dare “un imprimatur di ufficialità – spiega l’assessore – al servizio togliendo ogni dubbio sul ruolo di un’associazione che, a Genova, si è particolarmente distinta per gli interventi durante le alluvioni, ma anche in occasione di eventi particolari come la visita del Papa”.

“L’associazione nazionale Carabinieri in congedo avrebbe fatto un monitoraggio discreto – prosegue Garassino – come hanno sempre fatto in tutte le occasioni dove sono stati chiamati e dove hanno sempre agito con grande professionalità e spirito di servizio”.

Il passaggio istituzionale servirà, quindi, a stemperare le polemiche ma anche a chiarire con i vertici delle forze dell’ordine quali saranno i ruoli di queste persone. Nel corso del tavolo in Prefettura, inoltre, sarà analizzata anche l’ordinanza sulla movida, per un migliore coordinamento interforze tra polizia, carabinieri e polizia municipale.