Quantcast
Seconda categoria, girone d

Minetti trascina la Rossiglionese. Anpi e Mariscotti avanti senza problemirisultati

Tripletta dell'attaccante bianconero, Olimpia travolto. Vittorie preventivate per le prime due del campionato. Mele sprecone, colpaccio Mura Angeli

Varie sport

Decimo turno per la Seconda categoria, girone D, che vedeva in campo un doppio testa – coda con il Mariscotti e l’Anpi Casassa (prima e seconda della classe), che ospitavano rispettivamente il Pontecarrega e la Casellese. Nessuna sorpresa da queste due gare che hanno visto prevalere in entrambe le occasioni le favorite di turno. Il Mariscotti mantiene il primato grazie alla rete – lampo di Mattiucci al 2° e alle reti di Segalerba e Petranca nel secondo tempo. Il Pontecarrega ha il pregio di pareggiare prima dell’intervallo con Pili, ma sulla distanza non regge l’urto con la capolista e cede.

L’Anpi invece prevale sul fanalino di coda Casellese grazie a una rete per tempo di Incandela e Mangiapane. I biancorossi si concedono il “lusso” di sbagliare un rigore con lo stesso Incandela che spara alto il possibile 3-0 all’80°. Per i valligiani una classifica che appare sempre più disperata.

Vittoria anche della Rossiglionese che travolge l’Olimpia con una cinquina inaspettata alla vigilia. Protagonista assoluto è Minetti che pare proprio essere tornato quello ammirato nelle scorse stagioni. Per lui una tripletta che si concretizza in meno di 45’. La gara inizia bene per i bianconeri che al 7° passano con Oliveri su punizione. Poi arriva la prima rete di Minetti sullo scadere di tempo. Nel secondo tempo si scatena la Rossiglionese che trova lo 0-3 ancora con il numero 7 bianconero e poi la quarta rete con Bellotti. Lo Cicero prova a far chiudere in attacco i suoi con il gol dell’1-4 al 75°, ma Minetti è scatenato e all’85° firma il terzo gol.

Pareggio poco utile per la classifica di entrambe le contendenti, quello tra Masone e Don Bosco che restano divise da due punti e in zona playout, complici i risultati dagli altri campi. Vantaggio dei padroni di casa con Rotunno al 20° e pareggio di Bellinzona con un tiro che non lascia scampo a Macciò. Restando in zona playout, si registra un pareggio importante per il Campi che contro la Bolzanetese va sotto al 58° per la rete di Semino che si improvvisa attaccante e sigla lo 0-1. Al 77° il pareggio arriva dalla panchina ed è firmata da Basurto che porta alla causa del Campi un punticino che fa comunque (poca) classifica.

Una vittoria che pesa molto la ottiene il Mura Angeli a spese dell’Atletico Quarto, favorito alla vigilia se non altro per la classifica. Sono proprio i gialloblù a passare in vantaggio al 6° con Vinciguerra, ma prima del break Cacciabue riequilibra la situazione in campo. Al 66° poi D’Agostino è glaciale dal dischetto e firma l’1-2 per il Mura che fa un bel passo avanti in chiave salvezza.

Finisce in parità il derby gialloblù tra Carignano e Mele, due squadre che regalano sempre partite tutt’altro che scontate. Gli ospiti partono a razzo e vanno sul doppio vantaggio grazie alle reti di Carpignano e Pedemonte che in due minuti fra il 14° ed il 16° ipotecano il risultato per la squadra di Milite. Fondamentale il gol di Petrizzi al 40° che tiene aperti i giochi. Nel secondo tempo quindi i padroni di casa spingono e trovano il pareggio con Valenza al 62°. Mele sprecone, Carignano tenace.