Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Acciughetta incontra il Gambero (Rosso): successo per la trattoria che prova a risollevare via Pré

Il locale aperto dalla giovane Giorgia Losi ha ottenuto la vetrofania della più famosa guida ai ristoranti d'Italia

Genova. Chi non è un ragazzino ricorda quando, tanti anni fa, piazza Sant’Elena era uno degli angoli più vivaci del centro storico. Soprattutto nelle ore in cui sotto tendoni verdi e grigi e sopra bancarelle vicinissime l’una all’altra, prendeva vita quello che era chiamato Mercantino di Shangai, o Mercatino americano. Non certo per via di reali origini ma perché lì si poteva trovare di tutto.

Avere riportato la vita e il commercio in piazza Sant’Elena è uno dei meriti di Giorgia Losi – neppure 30 anni – e di chi, con lei, sta portando avanti dal 2015 il piccolissimo ristorante l’Acciughetta, con ingresso in via Prè e dehor proprio in piazza Sant’Elena. Uno dei meriti, perché quello principale è di aver saputo creare un’offerta gastronomica che piace ai più – critici compresi – senza esagerare con il conto finale.

Ed è così, dopo anni di ascesa e un successo moltiplicato grazie sì, al passaparola, ma anche grazie alle abilità nel marketing della titolare (che arriva proprio dal mondo del marketing e della comunicazione), la Trattoria dell’Acciughetta si è aggiudicata la vetrofania del Gambero Rosso, forse la più importante guida ai ristoranti in Italia. Nell’edizione 2018 ci sarà quindi anche l’Acchiughetta.

L’importante riconoscimento è stato protagonista di uno dei post sulla pagina Facebook della trattoria, post che è stato commentato da molti clienti di ieri e di oggi. Simone Vesuviano, 22 anni, lo chef è considerato un genio pieno di prospettiva. E qualcuno scrive: “Sono mesi che provo a prenotare, ma senza riuscirci!”. Ed è forse questa una delle migliori recensioni. Perché per andare a mangiare all’Acciughetta, spesso, bisogna mettersi in fila. Chi l’avrebbe mai detto, in via Prè?

Giorgia Losi, comparsa su numerose riviste di settore e non, non solo per la bontà dei piatti del suo ristorante, ma anche per la sua capacità imprenditoriale, ha raccontato più volte come il centro storico, e questa particolare zona del centro storico, sia stata e sia tuttora una scommessa. Vinta, al momento.