Quantcast
Decesso

Incidente A10, morto il camionista colpito da infarto. Aperta indagine per omicidio stradale

Secondo gli inquirenti quasi certo che una delle auto coinvolte procedesse contromano anche se i feriti dei mezzi coinvolti negano

Genova. E’ morto questa mattina all’ospedale Galliera di Genova il camionista ucraino di 58 anni colpito da infarto martedì sera sull’autostrada A10. Il malore sarebbe stato la conseguenza del tremendo incidente avvenuto intorno alle 21 che ha visto il capottamento di due auto per un totale di quattro feriti e una dinamica ancora da chiarire.

Secondo gli investigatori della polizia stradale coordinati dal sostituto procuratore PierCarlo Di Gennaro che ha aperto un fascicolo per omicidio stradale, sembra quasi certo che una delle auto coinvolte procedesse contromano anche se i feriti dei mezzi coinvolti negano: si cercano testimonianze e telecamere per capire come sia andata davvero. Altro dato certo è che tutte le auto coinvolte nell’incidente sono state rintracciate e gli occupanti sentiti.

Quel che è certo è che uno degli occupanti dell’auto trovata sull’asfalto in posizione opposta a quella del senso di marcia avrebbe anche spiegato che doveva uscire a “Voltri” ma dopo il casello di Pra’ si è trovato come uscita successiva quella di Arenzano. L’uomo ha anche raccontato che era deciso ad uscire ad Arenzano per poi tornare indietro ma nel frattempo sarebbe stato colpito da un’altra auto sulla fiancata.

Più informazioni
leggi anche
Bruco, il degrado del fratello minore
Intorno alle 21
A10, grave incidente al bivio con la A26: auto contromano e camionista colpito da infarto