Quantcast
Confusione mortale

Incidente in A10, 75enne indagato per omicidio stradale: avrebbe fatto inversione a “U” in autostrada fotogallery

L’anziano stava andando a un torneo di boccette: voleva uscire a Voltri ma il cambio di nomenclatura in Pra’ del casello lo avrebbe mandato in confusione

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. E’ indagato per omicidio stradale l’uomo di 75 anni, G.B., alla guida di una delle auto coinvolte nello spaventoso incidente di martedì sera sulla A10 che ha provocato un morto e tre feriti. A perdere la vita, dopo due giorni di agonia, un camionista ucraino di 58 anni, che ha avuto un infarto in seguito all’incidente.

Incidente che secondo gli investigatori della stradale coordinati dal pm Piercarlo Di Gennaro è stato causato proprio dall’anziano che avrebbe effettuato una terribile svolta a U sull’autostrada A10 dopo che si era accorto di aver commesso un errore. Come aveva dichiarato lui stesso alla polizia stradale l’uomo, che stava andando con un amico a un torneo di boccette, avrebbe dovuto uscire a Genova Voltri, ma il cambio di toponomastica che tra trasformato l’uscita di Voltri in Genova-Pra’ lo ha confuso ritrovandosi come uscita successiva quella di Arenzano.

Lui ha negato di aver fatto l’inversione ma una testimonianza, oltre alla posizione della sua auto, una Peugeot, all’arrivo dei soccorsi lo inchioderebbe. Gli investigatori della Polizia Stradale, per arrivare alle loro conclusioni, hanno anche analizzato le tracce che, dopo ogni incidente, si trovano sull’asfalto o sui veicoli e sono riusciti a comporre un puzzle complicatissimo.

La ricostruzione dell’incidente. Il 75enne, come già spiegato, tenta il contromano. Tenendo la destra striscia lateralmente con una Volvo il cui conducente, che fortunatamente riesce ad evitare l’impatto frontale per un soffio, dà subito l’allarme alla sala radio della Polizia Stradale per poi portarsi autonomamente al Pronto Soccorso a farsi medicare le conseguenze dell’urto subito.

G.B. capisce che la manovra non è “tra le più sicure”: decide quindi di rifare inversione di marcia per desistere dall’improvvido contromano. E’ in quel frangente, durante la seconda inversione, che viene tamponato da un autoarticolato proveniente da Genova che certo non si aspetta di trovarsi davanti un veicolo intento in quella manovra. L’urto fa ribaltare il Beeper scaraventandolo contro una Toyota Yaris che, condotta da un 45 enne di Masone sulla corsia di sorpasso, si ribalta anch’essa.

Sia i due occupanti del Peugeot che quello della Yaris non riportano ferite se non qualche graffio, ma il camionista viene colto da malore, un infarto che si è poi rivelato fatale.

leggi anche
biglietto Voltri foto di Carmelo Lupis
Si scherza
Il casello autostradale “sulla carta” è ancora di Voltri, e sui social riparte lo sfottò