Quantcast
Eccellenza

Genova Calcio: prove di fuga. Il Molassana sognarisultati

Biancorossi che vincono sfruttando il pari del Pietra Ligure. Rossoazzurri ancora sugli scudi

Varie Sport

Nona giornata di campionato per l’Eccellenza ligure, un campionato la cui classifica è ancora condizionata dai diversi rinvii dell’ultimo turno, ma che certamente permette ormai di vedere le gerarchie della competizione.

Prosegue la sua marcia il Genova Calcio, leader solitario del campionato grazie alla vittoria esterna sul Moconesi in quello che era il testa – coda di giornata. I padroni di casa scendono in campo senza timori e gioca un primo tempo all’altezza della capolista, per quanto rischi in varie occasioni resiste fino alla conclusione imprendibile di Sassari che spiazza il portiere al 35°. Il numero undici mette in ghiaccio il risultato poi ad un minuto dal termine della frazione con la doppietta personale.

Nella ripresa gli ospiti non faticano a tenere il risultato e al 63° colpiscono, stavolta con Camoirano, chiudendo definitivamente la gara. La rete di Oneto all’88° rende meno amara l’ennesima giornata storta del Moconesi.

Il Genova Calcio approfitta del mezzo passo falso del Pietra Ligure che a Rapallo viene bloccato sull’1-1. Illusoria la rete di Rovere dopo appena 5’, i pietresi non riescono a chiudere i conti e allora al 30° Nelli pareggia. Nel secondo tempo la levata di scudi dei bianconeri impedisce agli ospiti di trovare varchi utili alla causa ed il Pietra incassa il quinto pareggio della stagione vedendosi sfilare via anche il secondo posto.

Infatti all’inseguimento della capolista c’è ora il Vado che espugna il campo della Sestrese con un netto 1-4. Il vantaggio arriva al 16° con Francesconi bravo a risolvere un parapiglia in area dopo un calcio d’angolo. La risposta dei locali arriva con Liguori non inquadra la porta di testa, e allora nell’azione successiva arriva l’inzuccata di Vagge che raddoppia per i rossoblù.

Dopo un mini-assedio della Sestrese che termina senza nulla di fatto, si va al riposo. Nella ripresa la Sestrese prova a riaprirla, ma trova sulla sua strada una difesa attenta e rischia esponendosi ai veloci contropiedi avversari. Così accade al 70° quando Rovetta respinge un tiro di Mengali, ma sulla sfera si avventa Piovano che fa 0-3. Sussulto Sestrese due minuti dopo quando Piroli risolve una mischia e accorcia le distanze. Poi Ardinghi di testa viene fermato dalla traversa, e al 79° la gara si chiude con la rete di Piovano che fa 1-4 tagliando le gambe alla squadra di casa.

Vittoria dell’Imperia ad Albenga. Ai nerazzurri basta un gol di Laera al 23° per avere la meglio su una squadra poco ispirata e nervoso che si vede espellere Alzeri nel finale di gara, ma soprattutto che spreca l’occasione di raccattare un punto contro una delle regine del campionato. All’88° infatti Calcagno non è freddo dal dischetto e calcia fuori quello che sarebbe stato un punto d’oro.

Altra vittoria di grande prestigio per il Busalla che prevale su una Sammargheritese in netta crisi: terza sconfitta per la squadra di Camisa e classifica tutt’altro che incoraggiante per gli arancioblù. I busallesi impiegano 20’ per andare in vantaggio grazie ad un contropiede perfetto che viene concluso da Arnulfo con il gol dell’1-0. La risposta ospite arriva al 36° con Gallio che rimette in pari il parziale, punteggio con il quale le squadre vanno al riposo. Il Busalla esce meglio dagli spogliatoi e al 50° Cagliani trova il gol del 2-1. I biancoblù tengono, non si fanno travolgere dalla reazione dei levantini fino all’89° quando la rete di Belfiore che corona un pressing importante dei samamrgheritesi. Il gol pare chiudere la disputa, ma Cagliani si prende il titolo di man of the match appena due minuti dopo con il gol che vale i tre punti per i suoi, mentre la Sammargheritese vede i fantasmi.

Vittoria in extremis per il Molassana che prosegue il suo magic moment imponendosi di stretta misura sul Serra Riccò e salendo al terzo posto in coabitazione con Pietra Ligure e Imperia. Decisiva la rete di Donati che arriva al 91° dopo una gara che sembrava ormai destinata a concludersi a reti inviolate. Serra che deve recriminare la sfortuna e un calo di tensione che lascia i gialloblù ancora in piena zona calda.

Ci vuole la rete del “solito” Baudi per evitare che la Fezzanese subisca la seconda sconfitta della stagione. A Genova contro la Rivarolese sono i giallorossoneri ad andare in vantaggio al 27° con Mura che concretizza la grande partenza dei locali. Dopo un primo tempo quasi totalmente ad appannaggio dei genovesi, nella ripresa i biancoverdi alzano il baricentro e al 69° l’esperto attaccante spezzino trova la rete che vale l’1-1.

Vittoria importante per il Ventimiglia che vince in trasferta contro il Real Valdivara in una partita emozionante. Vantaggio dei granata al 37° con Rea, passano due minuti e Bertuccelli si guadagna un rigore, ma dal dischetto Ortelli si fa parare il tiro da Scognamiglio e la gara resta sullo 0-1. Ad inizo ripresa Galiera raddoppia e mette al sicuro il risultato. Inutile il gol di Bertuccelli all’85° che serve solo ad illudere i levantini.

leggi anche
Stefano Cagliani
Bomber di razza
Busalla, Stefano Cagliani: “Che gioia mettere a segno il goal decisivo”