Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Emergenza Casa, tribunale romano condanna Stato a risarcire proprietari case occupate. A Genova sono 200

La sentenza crea un precedente pesante che potrebbe portare ad inasprimenti sulle politiche repressive

Più informazioni su

Genova. L’Emergenza Casa, anche se meno sotto i riflettori di qualche anno fa, continua inarrestabile ad attraversare il paese e la nostra città. Qualche giorno fa il Tribunale di Roma ha condannato lo Stato a risarcire un proprietario di casa per i mancati guadagni dovuti all’occupazione abusiva dell’immobile.

Per Confedilizia questa è una buona notizia: “Il riconoscimento del diritto all’abitazione non può opporsi al diritto di proprietà. Bisogna evitare di scaricare sui proprietari, spesso piccoli proprietari, le carenze dello stato sociale” ha detto Serena Sileoni vicedirettore dell’istituto Bruno Leoni durante un convegno organizzato a Roma dal associazione dei proprietari di casa, dal titolo eloquente: “Occupazioni: diritti violati”.

“La sentenza è un precedente assoluto, che salutiamo con favore anche se determina l’effetto perverso che poi a pagare siano i contribuenti” ha sottolineato Giorgio Spazioni, presidente di Confedilizia. Bisognerebbe quindi capire quale potrebbe essere la reazione dello Stato: una delle possibilità, o conseguenze, potrebbe essere l’inasprimento delle politiche repressive sulle occupazioni abusive, oppure, un politica di lungo respiro sulla grande questione legata al diritto all’abitare. Si accettano scommesse.

A Genova sono circa 200 gli immobili occupati, ma come sappiamo sono molti di più quelli sfitti e tenuti fuori dal mercato. E se un tribunale decidesse per il risarcimento allo Stato per le case tenute vuote o affittate in nero?