Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commemorazione Caduti Salò, Sinistra Italiana: “Bucci chieda scusa e ritiri deleghe a Gambino”

Non si ferma la polemica sul primo omaggio della storia portato ai "repubblichini" da parte di una delegazione del Comune di Genova

Genova. “Confidiamo che il Sindaco si scusi con la città”. Con queste parole Sinistra Italiana torna sulla commemorazione avvenuta domenica presso il cimitero di Staglieno, dove, per la prima volta nella storia comunale del dopoguerra, una delegazione ufficiale dell’amministrazione ha deposto una corona di fiori sotto il cippo che ricorda i caduti della Repubblica di Salò.

Un’evento che è stato accompagnata anche dalla presenza di formazioni neofasciste, da qualche tempo attive in città: “Nella già allarmante ripresa dell’iniziativa neo fascista, la doppia decisione della Giunta Bucci di negare prima il gonfalone della città alla manifestazione indetta daANPI e –pochi giorni dopo- la partecipazione ufficiale di un suo rappresentante a ricordare i repubblichini morti durante il loro sodalizio con le truppe naziste occupanti, ha il sapore di una provocazione alla storia democratica e antifascista di Genova”.

Una provocazione che secondo Sinistra Italiana dimostra come la giunta “più
dell’umana pietà per ogni vita spezzata, gli importa ribadire la propria simpatia per la parte
che militò per la tirannia, il disprezzo della libertà, il razzismo e la guerra”.

A termine del comunicato, poi, arriva la richiesta: “Chieda scusa e in un atto di rinnovata pacificazione con la storia migliore di Genova, ritiri le deleghe affidate al consigliere Gambino, protagonista di un gesto che umilia la medaglia d’oro guadagnata dalla nostra città nella
lotta di Liberazione”.