Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centro storico, ecco come piazza Sarzano cambia faccia in 7 punti

Nel dettaglio il progetto di risistemazione di uno dei nuclei più antichi di Genova, perplessità dei cittadini sullo spostamento di posti auto e moto

Più informazioni su

Genova. Susanna Bordoni, l’architetto che da oltre due anni è al lavoro sulla risistemazione di piazza Sarzano, racconta un aneddoto: “Qualche tempo fa mi sono imbattuta in un gruppo di turisti, eravamo al centro della piazza, loro mi chiesero: dov’è piazza Sarzano? Alla mia risposta: è qui, mi guardarono stupiti. E io mi vergognai”.

pedonalizzazione sarzano

L’obbiettivo di un progetto di cui, a varie riprese, si parla dagli anni Novanta, è quello di dare una nuova dignità a quella che è una delle piazza più antiche – se non la più antica – di Genova. Un progetto che non rivoluziona l’esistente – la viabilità resterà immutata, la pavimentazione sarà solo sistemata con del cemento architettonico (vedi Fontane Marose), qualche panchina, e qualche albero di ulivo – ma lo “rende bello” e lo organizza. Sì, anche eliminando 35 posti auto (e spostandone 50 moto).

Il piano di pedonalizzazione di piazza Sarzano è stato presentato pubblicamente questa mattina all’interno del museo di Sant’Agostino davanti a molti cittadini della zona. La maggior parte dei quali saluta con ottimismo il progetto sposato dall’amministrazione comunale, municipale, dai Civ e dalle associazioni, ma è preoccupata per la questione parcheggi e, in parte, per quella relativa alla sicurezza della zona.

Bruco, il degrado del fratello minore

E’ vero che in questi ultimi mesi, con la chiusura dell’ex mercato del pesce e con lo spostamento del mercatino di corso Quadrio, sono stati ricavati nuovi posti auto sotto le mura (in linea d’aria, poche centinaia di metri da piazza Sarzano) ma è vero anche che non tutti quei posti auto sono dedicati ai residenti, ma sono Blu Area.

L’aspetto della sicurezza, e quello della convivenza tra esigenze dei residenti e movida, così come gli episodi di microcriminalità, il presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù ha ribadito che le istituzioni e le forze dell’ordine sono al lavoro per migliorare la situazione.

Ecco alcune immagini della sistemazione della piazza che dovrebbe partire all’inizio del prossimo anno, dopo le feste natalizie e dopo che saranno disinstallati gli stand del Mercatino di San Nicola che quest’anno, appunto, si svolgerà in Sarzano.

pedonalizzazione sarzano

pedonalizzazione sarzano

Come cambia la piazza in 7 punti. Primo: accesso da via Ravasco. Sarà effettuata la creazione di un cono prospettico d’invito alla piazza. L’area liberata dall’edicola potrà essere utilizzata per la creazione di un’aiuola con un alberatura importante.

Secondo: spazio laterale oratorio San Salvatore – Aula magna Architettura. Questo è un naturale spazio di sosta pedonale. Ricollocazione dell’edicola in prossimità dell’uscita della Metropolitana. Eventuale collocazione di piccoli attrezzi di gioco per bimbi.

Terzo: piazzetta tra vico Re Magi e vico Casareggio. Luogo di scarso interesse e cattiva esposizione. Ricollocamento dei 50 parcheggi moto tolti dalla zona del sagrato. I posti totali saranno 76.

Quarto: parte terminale di piazza Sarzano verso via Santa Croce. Parcheggi a rotazione per residenti, per operatori di carico e scarico, parcheggi per portatori di handicap e ricollocazione dei cassonetti dei rifiuti.

Quinto: piazza di Sarzano, zona del sagrato dell’oratorio di San Salvatore. Zona da pedonalizzare. Intervento di pavimentazione tipo ghiaietto stabilizzato, piantumazione di ulivi, inserimento di panchine di contorno.

Sesto: area parcheggio su corso Quadrio. Ricollocamento dei 31 parcheggi tolti dal sagrato. Posti auto totali: 39.

Settimo: fascia pedonale ai piedi delle Mura della Marina. Eventuale ricollocamento di un mercatino spontaneo.